Torino Updates: un gruppo editoriale come curatore. Le riviste Rizzoli dietro la mostra Meet design, ecco tutte le foto

Anche il design è protagonista dell’art week torinese. Con Meet design, il progetto delle riviste del Gruppo RCS, nato non solo per esporre ma soprattutto per far incontrare e dialogare tra loro i prodotti, i loro ideatori, le imprese che li producono, gli operatori del settore e il pubblico. Una mostra itinerante, già passata per […]

Anche il design è protagonista dell’art week torinese. Con Meet design, il progetto delle riviste del Gruppo RCS, nato non solo per esporre ma soprattutto per far incontrare e dialogare tra loro i prodotti, i loro ideatori, le imprese che li producono, gli operatori del settore e il pubblico. Una mostra itinerante, già passata per Roma a settembre e ottobre scorsi, titolo Design, una storia italiana.
In realtà avrebbe dovuto chiamarsi Storia di cose”, ha spiegato in conferenza stampa il curatore Marco Romanelli, “perché vuole raccontare la storia degli oggetti che ci circondano e con cui hanno vissuto i nostri nonni”. Si tratta infatti di una carrellata “crono tipologica” di prodotti che vanno dal 1948 ai giorni nostri: al primo piano delle sale barocche di Palazzo Bertalazone di San Fermo gli specchi, i vasi, le lampade, le posate e i bicchieri; al piano terra le sedie, le poltrone e i sanitari ideati da grandi maestri, ma anche da giovani designer che al piano seminterrato hanno la loro vetrina nella sezione Meet Talents, curata dal mensile Case da Abitare. Qui è esposta una selezione di 18 studi di progettisti italiani under 35 invitati dalla rivista a disegnare una home collection di piccoli arredi ispirata a Mercedes-Benz, main partner di Meet Design, di cui 23 prototipati.
C’è tempo fino al 25 gennaio per visitare la mostra e per partecipare al fitto programma di incontri (Meet People) con designer di fama internazionale.

Claudia Giraud

www.meetdesign.it