Torino Updates: grandi artisti omaggiati con la pasticceria. Ogni giorno venti torte per il progetto Permanence on demand. E Artissima diventa più dolce…

Se vedete visitatori aggirarsi per Artissima con vassoietti ricolmi di dolci, non andate a cercarli al bar o in qualche buffet. Il posto dove andare è al centro dell’Oval, dove è allestito uno dei progetti curatoriali di Artissima: Approssimazioni Razionali Semplici, a cura di Lara Favaretto e Francesco Manacorda. In uno dei padiglioni, quello celeste […]

Se vedete visitatori aggirarsi per Artissima con vassoietti ricolmi di dolci, non andate a cercarli al bar o in qualche buffet. Il posto dove andare è al centro dell’Oval, dove è allestito uno dei progetti curatoriali di Artissima: Approssimazioni Razionali Semplici, a cura di Lara Favaretto e Francesco Manacorda. In uno dei padiglioni, quello celeste cielo, dietro a una spessa tenda in plastica, ogni giorno troverete un lungo tavolo costellato di capolavori della pasticceria.
L’iniziativa, Permanence on demand, è ispirata alla Eat Art e riunisce una collezione di 80 opere d’arte riprodotte in forma di torta. Esposte in quattro gruppi di 20 al giorno, le opere sono integre all’inizio della giornata e poi messe a disposizione per la consumazione gratuita del pubblico che diventa complice nell’organizzarne la scomparsa.
Autore dei dolci capolavori, il pasticcere di Monticello d’Alba Luca Montersino. Ecco per voi una gallery delle torte esposte – e divorate – nella giornata di ieri (foto di Barbara Reale).

  • Ginevra Are

    non avete detto quanto, ma quanto, sono buone!!!!

    • SAVINO MARSEGLIA (curatore indipendente)

      TRASFORMIAMO ARTISSIMA IN UNA PASTICCERIA !

      Perché non trasformare Artissima in un grande laboratorio di dolci? Io faccio il pasticciere di professione. Non dico per farmene vanto, ma il mio talento è indiscusso. Sono considerato il migliore pasticciere della città. Le mie creazioni sono uniche e inimitabili. Hanno lo zucchero della follia e il sale della terra che non fa piangere, né ridere.

      La pasticceria di Artissima non mi fa leccare i baffi, perché manca di semplicità e di naturalezza; non odora di grano, di sogni, di ideali…, ma solo di panna mondana proveniente dal sotto bosco sterile di questi cattivi tempi. Sono dolci senza semenza che non lasceranno traccia alcuna,,,

      • Monique

        bravo Savino: una dolce metafora che richiama la creatività col nome di altre cose..