Pomodoodle. Homepage made in Italy, il logo di Google festeggia il compleanno di Giò Pomodoro

Fyodor Dostoevsky, Marie Curie, Andre Malraux, Franz Liszt, Italo Calvino, nell’ultimo mese. Periodo in cui sono andate forte anche le festività nazionali, dal Poland Independence Day all’Austrian National Day, al Reunification Day tedesco, il 3 ottobre scorso. Di che parliamo? Di uno strumento semplice semplice, ma che ogni giorno entra con forza nelle case di […]

Fyodor Dostoevsky, Marie Curie, Andre Malraux, Franz Liszt, Italo Calvino, nell’ultimo mese. Periodo in cui sono andate forte anche le festività nazionali, dal Poland Independence Day all’Austrian National Day, al Reunification Day tedesco, il 3 ottobre scorso. Di che parliamo? Di uno strumento semplice semplice, ma che ogni giorno entra con forza nelle case di milioni di persone: l’ormai famoso Doogle, il logo con il nome che compare sull’homepage di Google, e che viene spesso modificato per omaggiare particolari circostanze o ricorrenze.
Vi è capitato di guardarlo oggi, 17 novembre? Beh, se ci siete solo passati sopra di corsa, sappiate che parlava correttamente italiano: era infatti pensato – lo vedete qui sopra – per celebrare la nascita di Giò Pomodoro, noto scultore italiano nato appunto a Orciano di Pesaro il 17 novembre del 1930, e fratello dell’altro noto scultore Arnaldo Pomodoro. La sua prima mostra personale risale al 1958, alla Galleria del Naviglio di Milano. Successivamente arrivano esposizioni a Bruxelles, Dusseldorf ed a Colonia.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.