Lo Strillone: Bruce Labruce e la fotografia GLBT sul Quotidiano Nazionale. E poi papiro di Artemidoro, Giotto indemoniato, Diane Arbus…

Che palle! Vabbè l’indagine, vabbé lo scoop: ma qui si esagera! Ogni giorno che il Signore mette sulla terra, ormai, La Stampa ci propina un aggiornamento delle furibonde litigate che a Torino scuotono l’ambiente museale e culturale per la questione del fasullo (?) papiro di Artemidoro. Oggi è la volta dalla lettera piccata della direttrice […]

Quotidiani
Quotidiani

Che palle! Vabbè l’indagine, vabbé lo scoop: ma qui si esagera! Ogni giorno che il Signore mette sulla terra, ormai, La Stampa ci propina un aggiornamento delle furibonde litigate che a Torino scuotono l’ambiente museale e culturale per la questione del fasullo (?) papiro di Artemidoro. Oggi è la volta dalla lettera piccata della direttrice dell’Egizio, Eleni Vassilika. Domani? Sotto a chi tocca!

Su Libero il coccodrillo per la scomparsa di Maria Grazia Vaccari, 58 anni, direttrice del Museo di Palazzo Davanzati in Firenze; ma anche una pagina di anatemi a firma Antonio Socci contro le presunte inquietanti presenze demoniache che si aggirano per gli affreschi giotteschi ad Assisi. Da Saturno a Parigi: Daniele Perra racconta per la pagina cult de Il Fatto Quotidiano Diane Arbus in mostra sotto la torre Eiffel.

Europa torna sugli ultimi pamphlet di Marc Fumaroli e Jean Clair per l’ennesima analisi comparata; arte e religione a braccetto, chiaramente, su Avvenire, per la ricca anticipazione dell’ultimo saggio sul tema firmato dall’arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori.

Quotidiano Nazionale incontra ed intervista Bruce Labruce, fotografo simbolo della cultura GLBT; via la Grecia dall’Europa? Ma non si tradisce così  la nostra identità culturale? Se lo chiede su La Repubblica Bernardo Valli.          Sul peso “formativo” dell’antica Grecia per lo sviluppo della nostra società anche Luciano Canfoa, con taglio però più politico, su Corriere della Sera.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.