L’invasione dell’uncinetto. Una nota stilista innamorata del colore, una giovane creativa pazza del tricot… E a Milano è subito feeling

Un po’ artista, un po’ designer. Alessandra Roveda, milanese, classe ’78, ha due fisse da sempre: il riciclo e l’uncinetto. È bastato metterle insieme per tirar fuori un linguaggio personalissimo, fatto di oggetti multicolor pensati come sculture ma realizzati con perizia e attitudine artigianale. “Ridare vita ad oggetti e mobili usati” è il concept alla […]

l'oggetto simbolo della mostra di Alessandra Roveda, nello store milanese di Agatha Ruiz de la Prada

Un po’ artista, un po’ designer. Alessandra Roveda, milanese, classe ’78, ha due fisse da sempre: il riciclo e l’uncinetto. È bastato metterle insieme per tirar fuori un linguaggio personalissimo, fatto di oggetti multicolor pensati come sculture ma realizzati con perizia e attitudine artigianale. “Ridare vita ad oggetti e mobili usati” è il concept alla base del lavoro, mentre una serie di materiali da sartoria (ma non solo) diventano lo strumento per mettere in atto il restyling sfizioso: fili di lana, cotone, nylon, acrilico, seta, lenzuola strappate, sacchetti di plastica, cavi, spago, fili di ferro…
Quando Alessandra incontra l’esuberante Agatha Ruiz de la Prada, l’intesa è immediata. Stessa passione per il colore, stessa energia frizzante, stessa attenzione per le forme ed i tessuti. Ed ecco che la stilista spagnola invita l’artista nel suo store milanese, per un evento dal titolo ¡Maravilla!, una mostra di sculture surreali in cui gusto vintage e appeal contemporaneo si incontrano a metà strada: i filati utilizzati arrivano da cantine e soffitte di nonne, zie, mamme di amiche e amiche di amiche, mentre a essere rivestiti sono bottiglie, sedie, lampade, tavoli, vasi, posate, biciclette, utensili recuperati qui e là. Un tripudio di oggetti tricot, che con le eccentriche creazioni fashion di Agatha Ruiz de la Prada s’accordano… a meraviglia.

– Helga Marsala

¡MARAVILLA!
10 novembre 2011
Agatha Ruiz de la Prada Store
Via Maroncelli 5 – 20154 Milano
fino al 22 Novembre 2011
orari: dal martedì al sabato, dalle ore 11 alle ore 19

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.
  • eva

    Si va beh..e quindi?!

  • hm

    mi sa che la lampada da notte tricot prende un po’ fuoco . un ottimo acquisto per bruciarsi vivi .

  • augusta

    ciao hm. :-)))
    ma non c’era una corrente americana di miami o dintorni che tricottava verso la fine anni 70 /80? facevan casettine, paesaggini, alberelli. Mi pare che la signorina sia una ripetizione pari pari però se si diverte e vende anche : perfetto.
    Ammiro chi, in giovane età, si dà già alla maglia.
    Preferisco l’utile al design impossibile.
    Un cuscino di cachemire per i miei gatti?

  • rita

    Complimenti bellissimi lavori , Passatemi a trovare http://soraritaforum.altervista.org/ http://www.sorarita.altervista.org

  • Pingback: L’invasione dell’uncinetto. – Alessandra Roveda()

  • Pingback: L’invasione dell’uncinetto. – Alessandra Roveda()

  • annalisa

    Vorrei donare un copriletto matrimoniale in cotone realizzato all uncinetto nel 1973 è in ottimo stato praticamente nuovo é possibile avere qualche informazione su come muovermi grazie. Annalisa