Torino Updates: ConiglioViola tornano bambini. E inaugurano Kaninchen-Haus, nuovo spazio indipendente in quel di Torino

Parigi, Milano e ora Torino. ConiglioViola porta in giro il suo progetto di “digital body art” e sbarca nella capitale sabauda con Nous deux, mostra pensata come una favola illustrata dal taglio autobiografico e dal sapore onirico. L’occasione è l’opening, durante Artissima, di Kaninchen-Haus, associazione culturale che, accanto alla location milanese di Porta Ticinese e […]

ConiglioViola, Nous deux

Parigi, Milano e ora Torino. ConiglioViola porta in giro il suo progetto di “digital body art” e sbarca nella capitale sabauda con Nous deux, mostra pensata come una favola illustrata dal taglio autobiografico e dal sapore onirico. L’occasione è l’opening, durante Artissima, di Kaninchen-Haus, associazione culturale che, accanto alla location milanese di Porta Ticinese e a quella torinese di via De La Salle, decide di fare tris con un nuovissimo spazio, a pochi metri da piazza Vittorio Veneto.
Che combina stavolta la premiata ditta Coniglio-Raviola? Attraverso una carrellata di immagini fotografiche e disegni, rielaborati da interventi digitali, eccoli alle prese con la propria storia personale e artistica, srotolata come una narrazione fantastica che li vede tornare bambini: rappresentarsi in uno spazio immaginario, in cui coincidono presente e passato, infanzia e maturità, è un po’ come sfidare i limiti spazio-temporali del reale, inseguendo un’utopica possibilità di riscrittura dell’esistenza.
A completare il progetto una chicca, il video Le vent nous porterà – titolo che cita l’indimenticabile brano dei Noir Desir – presentato in versione autostereoscopica: nientepopodimeno che il primo video d’arte al mondo a utilizzare quest’innovativa tecnologia per la visualizzazione di immagini tridimensionali senza l’uso di occhialini.
Una la domanda chiave che aleggia sulla mostra: “Cosa sarebbe successo se invece di incontrarci nelle circostanze reali ci fossimo incontrati da bambini, su un banco di scuola?”

– Helga Marsala

sabato 5 Novembre h 18 – 24
Kaninchenhaus
via Bonafous 2, Torino
www.sites.google.com/site/kaninchenhaus

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • danny1

    per favore ma che la smettano sti due buffoni.

  • augusta

    :-)
    :-) :-D