Bene Boldini, record per Filippo Palizzi. Anche gli italiani fanno grande il mercato del moderno all’asta Christie’s Londra

Non solo arte contemporanea, o arte latinoamericana, protagoniste nelle ultime settimane sulla scena newyorkese. C’è anche il mercato dell’arte moderna a tenere col vento in poppa il momento d’oro delle aste. Lo dimostra l’asta Christie’s dedicata al diciannovesimo secolo europeo, che nei giorni scorsi ha totalizzato a Londra quasi quattro milioni di sterline, 3,8 per […]

Mariano Fortuny Marsal - Arab Fantasia

Non solo arte contemporanea, o arte latinoamericana, protagoniste nelle ultime settimane sulla scena newyorkese. C’è anche il mercato dell’arte moderna a tenere col vento in poppa il momento d’oro delle aste. Lo dimostra l’asta Christie’s dedicata al diciannovesimo secolo europeo, che nei giorni scorsi ha totalizzato a Londra quasi quattro milioni di sterline, 3,8 per l’esattezza, con un top lot di Mariano Fortuny Marsal (sì, proprio quello di Palazzo Fortuny, a Venezia). Si chiama Arab Fantasia, e viene battuta per oltre 580mila sterline, l’opera più pagata fra quelle in catalogo. Segue l’italiano Giovanni Boldini, venduto per 555mila sterline, medaglia di bronzo Gustave Courbet con il suo Pommes Rouges, non l’unico dipinto dell’artista francese in asta, venduto ad un anonimo compratore alla modica cifra di 400mila sterline. Si aggiudica solo un quarto posto, ma in compenso un record mondiale per l’artista in asta, Franz Von Stuck (361.250 pound), e lo stesso vale per il “nostro” Filippo Palizzi, che un collezionista privato si porta a casa per 265.250 sterline, superando la stima iniziale posta tra le 150 e le 200mila sterline e “battendo” addirittura nomi arcinoti come Jean-Baptiste-Camille Corot e Théodore Géricault.

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.
  • Elio Mestri

    L’arte italiana alla riscossa con Palizzi e Boldini, artisti rappresentati ai massimi livelli in questa asta. Ho recentemente letto un libro Straordinario su Giovanni Boldini, scritto dal critico d’arte Tiziano Panconi.