Andato bene Halloween? Beh, il prossimo anno potreste fare di meglio, con il costume di Bela Lugosi in Dracula. Bastano 2 milioni di dollari…

La follia è follia, e quindi non bada in faccia a niente, per manifestarsi. E fra i collezionisti – non è una novità – il germe della follia alligna ben più frequentemente che in altre categorie del genere umano. Qualche mese fa commentavamo la notizia della vendita, per quasi 5 milioni di dollari!, dell’abito indossato […]

Il mantello indossato da Bela Lugosi in Dracula

La follia è follia, e quindi non bada in faccia a niente, per manifestarsi. E fra i collezionisti – non è una novità – il germe della follia alligna ben più frequentemente che in altre categorie del genere umano.
Qualche mese fa commentavamo la notizia della vendita, per quasi 5 milioni di dollari!, dell’abito indossato da Marilyn Monroe in Quando la moglie è in vacanza. Beh, deve essere che il settore “indumenti e affini” scateni più che altri il feticismo dei voraci collezionisti. Già, perché deve essere che qualcuno non sia rimasto soddisfatto della propria mise per la festa di Halloween, e quindi stia seriamente pensando che sì, con il mantello indossato da Bela Lugosi in Dracula, una delle pietre miliari della storia del cinema, farebbe proprio la sua bella figura, con gli amici…
Niente di più facile: il pastrano andrà infatti all’asta dal 15 dicembre al 17 dicembre presso il Paley Center for Media di Beverly Hills, e gli esperti che hanno programmato l’asta Icons of Hollywood devono essere ben consapevoli della grande attesa, tanto da aver fissato la stima fra 1,5 e 2 milioni di dollari. Un caso isolato? Ma proprio per niente, la stessa asta propone infatti un paio di pantofole color rubino viste ne Il mago di Oz, con una stima massima di 3 milioni di dollari!

L’abito di Marilyn vale 5 volte un Van Dyck. Bizzarrie passeggere, o qualcosa ci sfugge?

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.