Verona Updates: la fiera dei premi, dopo Durello, Ciaccio e Aletti, va all’olandese Teun Hocks il Concorso Icona 2011

Non un semplice premio, ma un investimento. Sì, perché l’opera vincitrice diventerà anche l’immagine della comunicazione di ArtVerona dell’anno successivo. In mezzo a tante novità, non cambia la formula del Concorso Icona, che alla sua sesta edizione vede l’affermazione dell’artista olandese Teun Hocks, con l’opera Untitled n. 233 (Cloud), del 2010, presentata in fiera dalla […]

Teun Hocks - Untitled n. 233 (Cloud)

Non un semplice premio, ma un investimento. Sì, perché l’opera vincitrice diventerà anche l’immagine della comunicazione di ArtVerona dell’anno successivo. In mezzo a tante novità, non cambia la formula del Concorso Icona, che alla sua sesta edizione vede l’affermazione dell’artista olandese Teun Hocks, con l’opera Untitled n. 233 (Cloud), del 2010, presentata in fiera dalla galleria Paci contemporary di Brescia.
A selezionarlo una commissione presieduta per questa edizione da Gabriella Belli, direttrice (uscente) del Mart, e da Paola Marini, direttrice dei Musei Civici di Verona. “Omaggio a una delle più celebrate icone artistiche di tutti i tempi e a varie arti – recitano le motivazioni -, Untitled n.233 2010 di Teun Hocks, è frutto di un lavoro intenso e meditato, sintesi di diverse tecniche, capace di unire fotografia, pittura, disegno, installazione, manifatture varie. Affermazione della crisi contemporanea, il lavoro dell’artista olandese, è anche una proclamazione dell’eterno amore per l’arte”.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • pierluigi

    mi sembra giustissimo . finalmente l’unione delle arti racchiuse in una satira divertente. complimenti a teun che merita molto di piu’ di cio’ che ha ricevuto