Se tocca farlo anche al Guggenheim… I marosi finanziari imperversano, il museo chiede aiuto agli artisti per un’asta di fund raising

Dal Museo Guggenheim alla casa d’asta. Quando si tratta di fund raising tutto fa brodo, immagine e responsabilità sociale. Così accade che Phillips de Pury insieme ad uno dei più importanti musei al mondo, annunci un’asta a beneficio di quest’ultimo che avrà luogo a Park Avenue il 7 novembre. Tanti gli artisti contemporanei che hanno […]

Guggenheim Museum, New York
Guggenheim Museum, New York

Dal Museo Guggenheim alla casa d’asta. Quando si tratta di fund raising tutto fa brodo, immagine e responsabilità sociale. Così accade che Phillips de Pury insieme ad uno dei più importanti musei al mondo, annunci un’asta a beneficio di quest’ultimo che avrà luogo a Park Avenue il 7 novembre. Tanti gli artisti contemporanei che hanno donato un’opera in favore della Guggenheim Foundation, per un catalogo di altissimo livello – complici Simon de Pury e Richard Armstrong – che include opere di Lee Bul, Cai Guo-Qiang, George Condo, Hans-Peter Feldmann, Lee Ufan, Nate Lowman, Idris Khan, Subodh Gupta, Jenny Holzer, Bharti Kher, Adam McEwen, Richard Phillips, Rob Pruitt, Sterling Ruby, Doris Salcedo, Richard Serra, Lawrence Weiner e dei nostri Cattelan e Vezzoli.
Ma crisi a parte, non è la prima volta tra la casa d’asta e il Guggenheim Museum. L’evento, che segue la lunga tradizione degli Annual Guggenheim Galas (quest’anno previsto per il 10 novembre in onore della retrospettiva a Maurizio Cattelan), precede immediatamente l’asta autunnale numero 1 dedicata all’arte contemporanea, probabilmente con l’obiettivo di attrarre un numero ancora più ampio di compratori.

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.