Polemiche evaporate? Per una sera Torino accorre a celebrare Rivoli, ecco chiccera (politici in testa)

Difficile quantificare le persone presenti, ma certo l’atmosfera da grande evento era evidente già dall’impossibilità di trovare un parcheggio nelle vicinanze della reggia Sabauda, illuminata come ai tempi del maggiore splendore. Al Castello di Rivoli si inaugurava la mostra Arte Povera International, e poi il primo step de Le Scatole Viventi, protagonista Luigi Ontani. Ed […]

Difficile quantificare le persone presenti, ma certo l’atmosfera da grande evento era evidente già dall’impossibilità di trovare un parcheggio nelle vicinanze della reggia Sabauda, illuminata come ai tempi del maggiore splendore.
Al Castello di Rivoli si inaugurava la mostra Arte Povera International, e poi il primo step de Le Scatole Viventi, protagonista Luigi Ontani. Ed erano presenti tutte le personalità torinesi – e non solo – del mondo dell’arte, fluttuanti tra i vari piani della duplice proposta espositiva. Non sono mancati all’appuntamento anche i rappresentati politici, a cominciare dai visibilmente soddisfatti e incuriositi sindaco torinese Fassino e dall’assessore regionale Coppola, alle prese con le stranezze del coloratissimo e dantesco Luigi Ontani.
Un pubblico che ha apprezzato l’approccio monografico e le stravaganze da tableau vivant dell’artista protagonista della Manica Lunga, ben integrato ad un contesto eterogeneo, e il riuscito allestimento delle opere dei molteplici talenti internazionali in dialogo nelle sale storiche. Difficile quantificare, dicevamo: e allora provateci voi, nella gallery sotto, assieme a molte “radiografie” dei singoli presenzialisti, vi potete fare un’idea dell’affollamento diffuso…

– Barbara Reale

CONDIVIDI
Barbara Reale
Barbara Reale è architetto (laurea e abilitazione presso il Politecnico di Torino), docente, e cultrice di filosofia e critica in ambito architettonico ed artistico. Da sempre ha affiancato all’attività nel campo dell'allestimento e della progettazione l’impegno nella didattica specializzandosi nell’approfondimento delle energie alternative e dello sviluppo sostenibile. Ha collaborato con la Fondazione Palazzo Bricherasio di Torino (2001-2004) in qualità di consulente didattica e docente per corsi di formazione post-laurea. Nel 2004 ha fondato Relentless Project, società specializzata in didattica museale multidisciplinare (arte, architettura, cinema). Ha collaborato con varie testate nazionali di arte ed architettura. E’ attualmente docente di Storia dell’Arte e Tecnologia. Dal 2011 fa parte della redazione di Artribune.