Non solo Salone Nautico. Per una serata è il contemporaneo a portare il pubblico per strada con la bandiera di Start Genova

Tra alti e bassi, lavori di qualità e cadute di stile, l’importante, almeno in questo caso, è esserci. In una città che fatica, non certo per potenzialità, a competere con i centri dell’arte italiana, ben venga un evento che chiama e il pubblico risponde in maniera positiva, complice il Salone Nautico e i suoi numerosi […]

Roberto Pugliese e Tamara Repetto Inside outside courtesy Guidi&Schoen

Tra alti e bassi, lavori di qualità e cadute di stile, l’importante, almeno in questo caso, è esserci. In una città che fatica, non certo per potenzialità, a competere con i centri dell’arte italiana, ben venga un evento che chiama e il pubblico risponde in maniera positiva, complice il Salone Nautico e i suoi numerosi visitatori. In questo caso è toccato a Start Genova, che ha aperto la stagione espositiva con le mostre di 24 gallerie.
Confermano la qualità del proprio lavoro gallerie come Pinksummer che espone due opere – una di grandi dimensioni – del collettivo islandese The Icelandic Love Corporation alla prima personale in Italia: un omaggio all’universo femminile attraverso la scelta di usare come materiale principale le calze di nylon. Ancora la donna è protagonista della mostra di Antonio De Luca al Vicolo Galleria d’arte: tele, acquerelli e ceramiche, frammentano la figura femminile e la inseriscono nello spazio circostante, colonna sonora dell’evento il dj set di Bianca, dallo storico Plastic di Milano.
Guidi&Schoen presenta l’installazione di Roberto Pugliese e Tamara Repetto che mette in relazione tramite il riciclo di energia acustica lo spazio chiuso della galleria con la vivacità dei vicoli genovesi all’esterno.
Impossibile, solo per motivi di spazio, citare tutte le mostre: resteranno aperte per circa un mese, fate in tempo a colmare da soli le lacune, un’ottima occasione per visitare Genova, che dimostra di offrire molto più che un acquario. Intanto qualche appetizer nella gallery di Artribune.

– Alice Cammisuli

CONDIVIDI
Alice Cammisuli
Alice Cammisuli è nata a Genova nel 1981. Dopo la laurea in Storia dell’Arte conseguita presso l’Università di Genova, si è specializzata in Organizzazione e Comunicazione per l’Arte Contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Ha scritto testo critici, recensioni e collaborato all’organizzazione di mostre in Gallerie d’Arte e Musei con particolare attenzione al rapporto tra le arti visive e la musica. Come Ufficio Stampa ha seguito eventi artistici in tutta Italia.