London Updates. Un programma tv in diretta da Frieze? Ci pensa il collettivo LuckyPDF. Ma attenzione, volano cazzotti…

Siamo entrati nello stand di LuckyPDF di pomeriggio, verso le cinque, e abbiamo rischiato di prenderle. Il collettivo di artisti inglesi, destinatario di una delle commissioni della Frieze Foundation, ha allestito uno studio televisivo all’interno della fiera dal quale ogni giorno trasmette live un programma presentato e gestito da artisti. E proprio mentre entravamo noi […]

La performance di Paul Simon Richards, poco prima dell’incontro di wrestling…

Siamo entrati nello stand di LuckyPDF di pomeriggio, verso le cinque, e abbiamo rischiato di prenderle. Il collettivo di artisti inglesi, destinatario di una delle commissioni della Frieze Foundation, ha allestito uno studio televisivo all’interno della fiera dal quale ogni giorno trasmette live un programma presentato e gestito da artisti. E proprio mentre entravamo noi di Artribune, era in corso la performance di Paul Simon Richards, che ha coinvolto due giganteschi wrestler. I due, dopo un inizio di discussione mediamente civile, hanno iniziato a darsele di santa ragione, non solo sul palco ma anche in mezzo al pubblico e tra i corridoi della fiera, per poi dileguarsi nei camerini. Ovviamente seguiti per tutto il tempo da un codazzo di pubblico divertito ma anche giustamente attento a tenersi a distanza.
La performance è solo una delle tantissime in programma fino a domenica. Ogni giorno, dalle quattro alle cinque del pomeriggio circa, nello stand e in live streaming sul sito web, si alterneranno davanti alle telecamere cinquanta artisti. Mentre la mattina, a partire dalle 11, in fiera si può anche assistere alle prove, che si svolgono a porte aperte.

– Valentina Tanni

www.luckypdf.com

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.