London Updates: all’ombra della zuppiera di Wedgwood. Anche Brompton rispolvera gallerie e spazi dismessi e sfoggia il suo Design District

Nell’immaginario collettivo la zona si identifica con la “zuppiera di Wedgwood”, come molti londinesi chiamano il massiccio volume della Royal Albert Hall. O forse ancor di più con il tempio mondiale dello shopping, al secolo i magazzini Harrods. Ma in questi giorni di Frieze anche il compassato quartiere di Brompton paga il suo bravo dazio […]

Nell’immaginario collettivo la zona si identifica con la “zuppiera di Wedgwood”, come molti londinesi chiamano il massiccio volume della Royal Albert Hall. O forse ancor di più con il tempio mondiale dello shopping, al secolo i magazzini Harrods.
Ma in questi giorni di Frieze anche il compassato quartiere di Brompton paga il suo bravo dazio al contemporaneo, ed ecco che da gallerie e spazi dismessi emerge il Brompton Design District. Protagonisti giovani artisti e designer, mentre in un’antica gioelleria proprio su Bropmton Road va in scena la mostra dell’artista Toby Mott, organizzata dalla art advisory NewContemporary. Insomma, tutto buono per una passeggiata, eccovi intanto qualche immagine live…

www.bromptondesigndistrict.com

– Gaia Penteriani

CONDIVIDI
Gaia Penteriani
Gaia Penteriani è nata a Roma nel 1984. Economista di formazione, la sua passione per l’arte l’ha portata ad interessarsi al mercato, in particolare a quello per l’arte contemporanea, e ad utilizzare le sue conoscenze di econometria e statistica per analizzare i trend e le determinanti dei risultati d’asta. Collabora con Artribune dal 2011 come corrispondente da Londra.