Lo Strillone: Hard Rock Café in arte su Libero. E poi Marc Fumaroli e Jean Clair, crolli pompeiani, Colazione da Tiffany…

Stenio Solinas, su Il Giornale, tira le fila di settimane di polemiche con un commento incrociato alle valutazione apocalittiche di Marc Fumaroli e Jean Clair, che danno il contemporaneo per spacciato. Il Commento di Mario Caligiuri su Quotidiano Nazionale muove dai nuovi crolli pompeiani. Il primo piano del Corriere della Sera è dedicato al profluvio […]

Quotidiani
Quotidiani

Stenio Solinas, su Il Giornale, tira le fila di settimane di polemiche con un commento incrociato alle valutazione apocalittiche di Marc Fumaroli e Jean Clair, che danno il contemporaneo per spacciato. Il Commento di Mario Caligiuri su Quotidiano Nazionale muove dai nuovi crolli pompeiani.

Il primo piano del Corriere della Sera è dedicato al profluvio di Arte Povera che imperversa in queste settimane lungo lo stivale: per approfondire ci scappa pure un’intervista a Penone. Per i quarant’anni dell’Hard Rock Café la catena porta a spasso per il mondo la sua collezione di tele rock: Libero si guarda al Chiostro del Bramante i quadri di Ringo Starr, John Entwistle, Paul Stanley e soci.

Segnalazioni lampo, da Roma, su L’Unità: i 50 anni di Colazione da Tiffany nelle foto del backstage al Museo dell’Ara Pacis (per saperne di più leggetevi Il Riformista: ci fa l’apertura di pagina); arte e natura in collettiva, da venerdì, alla Galleria Embrice. Troppo spazio e poche opere: Avvenire boccia l’allestimento del Cezanne in Palazzo Reale, altro trattamento per Lippi&Botticelli alle Scuderie del Quirinale e al greatest hits rinascimentale in Fondazione Roma.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.