La futura Mecca del contemporaneo in Europa? La decidete voi, votando il nuovo sondaggio di Artribune. Ma sbrigatevi, c’è una città in fuga…

I plebisciti non ci sono mai piaciuti, per cui vi chiediamo a gran voce: votate! Parliamo del nuovo sondaggio che campeggia in homepage di Artribune: Qual è la città europea più emergente? Si parla di dinamiche della creatività, ovviamente, ed il momento è quello giusto per fotografare certe innegabili ridefinizioni, con realtà storicamente al centro […]

Stop al cantiere della Tate extension (Courtesy Lobster Pictures Ltd 2010, © Tate)

I plebisciti non ci sono mai piaciuti, per cui vi chiediamo a gran voce: votate! Parliamo del nuovo sondaggio che campeggia in homepage di Artribune: Qual è la città europea più emergente?
Si parla di dinamiche della creatività, ovviamente, ed il momento è quello giusto per fotografare certe innegabili ridefinizioni, con realtà storicamente al centro delle arti che faticano a tenere il passo di una società sempre più allargata, e con le diverse condizioni finanziarie che assecondano trend che si fanno via via più concreti.
Per fare solo un esempio: mentre in Inghilterra non si trovano i soldi per completare uno strombazzatissimo ampliamento della Tate Modern, in Polonia nasce qualcosa come un nuovo museo al mese. Ed è solo un esempio: insomma, le nostre mete cambieranno, e dovremo iniziare a cercare low cost per Bari, Dresda, Istanbul, Liverpool, Mosca o Varsavia?
Ah, dicevamo del plebiscito: già, perché dai primissimi suffragi emerge molto nettamente un primato, una città che surclassa tutte le altre, attestandosi – nel momento in cui scriviamo – al 55% delle preferenze. Quale? Beh, per saperlo dovrete votare, e allora potrete vedere i risultati nel dettaglio…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Votiamo tutti per la città dove speriamo di tornare spesso….. Credo che nessuno voti senza essere un po’ interessato…