La Cananea, la Samaritana, e l’Adultera resuscitata dai Magazzini. Il Credit Suisse soccorre Brera, Artribune immortala per voi la festa al Circolo Ufficiali…

Erano cinquant’anni che il Cristo e l’Adultera di Agostino Carracci giaceva nei depositi di Brera, troppo fragile per poter essere esposto al pubblico. È un ciclo a tema, quello che la Carracci Family ha realizzato a fine ‘500 per il bolognese Palazzo Sampieri: Cristo & Friends; là dove dobbiamo leggere “amiche”, più che “amici”. Perché […]

Jet set finanziar-bancario in quel di Brera

Erano cinquant’anni che il Cristo e l’Adultera di Agostino Carracci giaceva nei depositi di Brera, troppo fragile per poter essere esposto al pubblico. È un ciclo a tema, quello che la Carracci Family ha realizzato a fine ‘500 per il bolognese Palazzo Sampieri: Cristo & Friends; là dove dobbiamo leggere “amiche”, più che “amici”. Perché Ludovico ha immortalato Gesù insieme alla Cananea, Annibale ha pizzicato il nostro con la Samaritana e Agostino – dulcis in fundo – ha messo su tela l’incontro con l’Adultera.
Opere che la sorte ha portato a Brera; opere che hanno subito qualche graffio dal tempo:  al punto che proprio la tela firmata da Agostino, in stato di profondo degrado, era esclusa dall’esposizione al pubblico per gravi rischi conservativi. A mettere le cose a posto una calata di lanzichenecchi con le palanche: la branca italica di Credit Suisse mette a segno l’operazione simpatia e paga il restauro dell’opera. Brindisi al Circolo Ufficiali dell’Esercito, e puntuale chiccera fotografico artribunesco. A la santé.

– Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.