Centri d’arte dove non te li aspetti. L’Arca della creatività: è una retrospettiva di Giuseppe Stampone ad inaugurare il nuovo spazio culturale-artistico di Teramo

Un laboratorio che vuole rappresentare un innovativo modello museale in grado di coniugare eventi espositivi e qualificate attività formative. Con lo scopo di creare “un contenitore all’avanguardia che superi i consolidati ambiti disciplinari dei linguaggi estetici e favorisca i continui interscambi proposti dalle pratiche artistiche contemporanee”. Questo vuole essere L’ARCA – laboratorio per le arti […]

Un’installazione di Giuseppe Stampone a Teramo

Un laboratorio che vuole rappresentare un innovativo modello museale in grado di coniugare eventi espositivi e qualificate attività formative. Con lo scopo di creare “un contenitore all’avanguardia che superi i consolidati ambiti disciplinari dei linguaggi estetici e favorisca i continui interscambi proposti dalle pratiche artistiche contemporanee”. Questo vuole essere L’ARCA – laboratorio per le arti contemporanee, nuovo spazio culturale-artistico che si inaugura a Teramo, primo tassello dell’articolato progetto denominato CULT, che ha l’obbiettivo di riconfigurare l’intera struttura culturale della città.
Nulla di meglio, quindi, per il debutto, dell’opera di un artista che negli ultimi anni ha affrontato contemporaneamente differenti linguaggi espressivi, dalla fotografia al video, disegno, installazione, scultura interattiva, multimedialità. Ecco dunque la mostra Private Collections, di Giuseppe Stampone, una selezione di lavori realizzati dal 2008 al 2011 curata da Umberto Palestini con la collaborazione della Prometeogalllery. Dai Flipper alle Slot, i video Homo avatar, Viaggio della speranza, Repeat, la foto dell’installazione veneziana Bye Bye Ai Weiwei, l’opera Saluti da L’Aquila ed alcuni celebri Abecedari.

Inaugurazione: domenica 2 ottobre 2011 – ore 18.00
Dal 2 al 23 ottobre 2011
Largo San Matteo – Teramo