I gusti di Stuyvesant. Terza sessione di asta da Sotheby’s, in Olanda tiene ancora banco la collezione creata da Mr. British American Tobacco

Protagoniste saranno stavolta la Pop art, Op art, Fotografia, Arte Concettuale, Zero e 20th Century British Art, con importanti nomi come Robert Indiana, Jasper Johns, Andy Warhol, Patrick Caulfield, Tony Cragg, Bruce Nauman, e molti altri. C’è grande attesa per la terza e ultima sessione di vendita della Collezione di Peter Stuyvesant, proprietario di British […]

Love, di Robert Indiana (5-7mila euro)

Protagoniste saranno stavolta la Pop art, Op art, Fotografia, Arte Concettuale, Zero e 20th Century British Art, con importanti nomi come Robert Indiana, Jasper Johns, Andy Warhol, Patrick Caulfield, Tony Cragg, Bruce Nauman, e molti altri. C’è grande attesa per la terza e ultima sessione di vendita della Collezione di Peter Stuyvesant, proprietario di British American Tobacco Netherlands (BAT), prevista per il 4 ottobre da Sotheby’s Amsterdam.
Riassumiamo: l’8 marzo 2010 Sotheby’s Amsterdam ha officiato la vendita della prima parte della collezione, totalizzando 13.6 milioni di euro, ben al di sopra della stima di 4 -6 milioni, anzi il totale più alto mai raggiunto in Olanda per una vendita di arte. La seconda parte è andata in asta lo scorso 19 aprile 2011, realizzando un totale di 2.9 milioni di euro, stupefacente in confronto alla stima di 1 milione, battendo dei nuovi record per ben 43 artisti.
Nell’asta del 4 ottobre le opere in vendita saranno 160, stimate tra i 500 e i 50mila euro, per una stima totale di 500mila euro. Tra gli highlights Adolf Luther, Kinetisches Hohlspiegel Objekt, stimato €40-60mila; Andy Warhol, Reigning Queens: Queen Beatrix, 1985, stimato €10-15mila; Patrick Heron, Big Violet with Red and Blue: March 1965, stimato €50-70mila; Alexander Calder, Untitled, commissionata nel 1974, stimata €2-3mila.

– Martina Gambillara

Arte in fumo. No, nessun incendio: è la grande collezione della Peter Stuyvesant…

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.