Gioco domenicale. Sta per uscire la Power 100 list di Art Review, e noi votiamo: chi ci sarà in testa? Quanti e quali italiani?

Dunque: diciamo subito che le obbiezioni le diamo per acquisite. Risposte tipo “Non ha nessuna base statistica”, “Mancano i parametri di riferimento”, “Non c’è una definizione univoca di Power”, “Si tratta poco più che di gossip”, le condividiamo pure noi, per cui facciamo finta che le abbiamo superate. Questo però non ci vieta di lanciare […]

Dunque: diciamo subito che le obbiezioni le diamo per acquisite. Risposte tipo “Non ha nessuna base statistica”, “Mancano i parametri di riferimento”, “Non c’è una definizione univoca di Power”, “Si tratta poco più che di gossip”, le condividiamo pure noi, per cui facciamo finta che le abbiamo superate.
Questo però non ci vieta di lanciare il nostro gioco: l’oggetto è l’ormai mitica Power 100, la classifica annuale dei personaggi più potenti del mondo dell’arte contemporanea stilata dalla rivista britannica Art Review, e che quest’anno celebra il decimo anniversario. Una lista compilata da un pannello internazionale d’invitati, che giudicano i candidati in base alla loro influenza sulla produzione artistica globale e al contributo al mondo dell’arte negli ultimi 12 mesi. Le edizioni precedenti hanno coinvolto il mondo dell’arte e della comunicazione, con il gruppo dei numeri uno che ha visto alternarsi Charles Saatchi (2002), Ronald Lauder (2003), Damien Hirst (2004, 2008), Larry Gagosian (2005), François Pinault (2006 e 2007), Hans Ulrich Obrist (2009) e, ancora una volta, l’irrefrenabile Gagosian, tornato in cima alla lista l’anno scorso.
E il gioco qual è? La lista 2011 sarà annunciata giovedì 13 ottobre, e pare che – considerati i profondi cambiamenti nel panorama economico internazionale – sarà una delle liste più inaspettate da quando è iniziata la pubblicazione. Insomma, buttiamo giù la nostra pre-lista, e poi vedremo di quanto ci siamo avvicinati. Le domande sono due: chi ci sarà in testa secondo voi nel 2011? E poi: quanti e quali italiani troveranno spazio? Forza, il commentario è aperto!

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • ma

    Celant ahinoi