Effetto Jobs. La serigrafia di Andy Warhol dedicata al marchio della mela morsicata va in vendita su eBay. Ma per una volta forse conviene l’asta tradizionale…

Non che sia particolarmente bella, anzi. Di tutte le serigrafie contenute nel famoso portfolio di Ads, firmato da Andy Warhol nel 1985, quella dedicata alla Apple è forse la peggiore. Però evidentemente Gallart, mercante d’arte del Sud della Florida, confida nella Apple-mania, rinforzata e portata all’ennesima potenza dalla scomparsa di Steve Jobs, fondatore dell’azienda di […]

La Apple secondo Warhol

Non che sia particolarmente bella, anzi. Di tutte le serigrafie contenute nel famoso portfolio di Ads, firmato da Andy Warhol nel 1985, quella dedicata alla Apple è forse la peggiore. Però evidentemente Gallart, mercante d’arte del Sud della Florida, confida nella Apple-mania, rinforzata e portata all’ennesima potenza dalla scomparsa di Steve Jobs, fondatore dell’azienda di Cupertino, avvenuta pochi giorni fa. Quello che fa sobbalzare però è il prezzo, che corrisponde praticamente a dieci volte la cifra di mercato: ben 400mila dollari.
Per stavolta quindi, piuttosto che a eBay, conviene affidarsi alle più tradizionali aste. Il prossimo 27 ottobre infatti, l’intero lotto di Ads (dieci in tutto) con tanto di cofanetto originale, verrà battuto da Sotheby’s, per un prezzo stimato tra i 250mila e i 350mila dollari…

– Valentina Tanni

La pagina di eBay
L’asta di Sotheby’s

CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.