E se dai barconi abbandonati a Lampedusa nascessero opere d’arte? Il progetto è nato da un gruppo di amici, ma già piace a tutti, e ora si presenta al Parlamento Europeo

Servirsi dei relitti delle imbarcazioni che sono naufragate nel mare di Sicilia o arrivate a Lampedusa, che attualmente non vengono utilizzati e che giacciono nei depositi o nei siti di smaltimento e demolizione, con evidenti danni l’ambiente, per farne opere d’arte. Questa è l’idea venuta a un piccolo gruppo di amici e portata avanti da ANFE […]

Servirsi dei relitti delle imbarcazioni che sono naufragate nel mare di Sicilia o arrivate a Lampedusa, che attualmente non vengono utilizzati e che giacciono nei depositi o nei siti di smaltimento e demolizione, con evidenti danni l’ambiente, per farne opere d’arte. Questa è l’idea venuta a un piccolo gruppo di amici e portata avanti da ANFE (Associazione Nazionale Famiglie Emigrate), che ora sfocia nel progetto Dai relitti dei naufraghi, opere d’arte per una nuova Lampedusa, presentato nei giorni scorsi a Roma.
Relitti che possono trasformarsi in nuova linfa vitale per una rinascita sociale (attenzione al rischio-retorica, sempre in agguato), a partire dal turismo. Molti sono già gli artisti che hanno aderito al progetto: pittori, scultori, designer, anche poeti. Non solo italiani, ma provenienti da tutta Europa, dagli Stati Uniti, dall’America Latina e naturalmente dai Paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Il Comune di Lampedusa ha già messo a disposizione uno spazio per dare forma alle loro creazioni. Saranno coadiuvati da ragazzi di Lampedusa ed emigrati, raccolti in una cooperativa, e le loro opere saranno messe in vendita. Ed il prossimo 9 novembre il progetto sarà presentato ufficialmente al Parlamento Europeo a Bruxelles, nell’ambito del convegno Democraticy – Cittadinanza italiana ed europea. Proposte ed ipotesi per avviare un nuovo dibattito.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Solo gli artisti possono far nascere “cose” belle da “cose” brutte! alba

  • Negus

    le barche sono già belle di per sè.

  • Maurizio Sergiusti

    Sarei lieto di partecipare a questo evento, sono un artista e creo opere da materiali di recupero. Maurizio – ScoobaFish