Con un Buren al collo. L’artista “stampa” 365 foulard pezzi unici in seta per Hermès, ora in mostra a Villa Panza a Varese

Per stampare le foto su seta è stata utilizzata la tecnica di stampa a getto d’inchiostro, che consente di impiegare un numero infinito di colori. Ci credereste, trattandosi di preziosissimi foulard di seta della casa di moda francese Hermès? E invece proprio così nascono i Photos-souvenirs au carré, una serie di 365 pezzi creati nel […]

Per stampare le foto su seta è stata utilizzata la tecnica di stampa a getto d’inchiostro, che consente di impiegare un numero infinito di colori. Ci credereste, trattandosi di preziosissimi foulard di seta della casa di moda francese Hermès? E invece proprio così nascono i Photos-souvenirs au carré, una serie di 365 pezzi creati nel 2010 dall’artista Daniel Buren, scegliendo particolari tratti a partire da 22 foto ricordo, che l’artista ha scattato durante i suoi viaggi.
Una nuova escursione trasversale per l’eclettico creativo, dopo un periodo che lo ha visto impegnato in Toscana alle prese con diversi interventi urbanistici. Ora i carré sono in mostra fino al 28 dicembre a Villa Panza a Varese, un omaggio particolarmente significativo, per un artista collezionato dal conte Giuseppe Panza fin dagli anni ’60. Immagini di natura, scorci architettonici, un porto di pescatori, interni domestici, paesaggi urbani, incorniciati da una banda delle celebri stripes che hanno reso celebre Buren.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Silvio

    L’esposizione fará anche effetto ma i singoli hanno soggetti un po’ banali e di cattivo gusto cromatico.

  • Al

    …quando la firma vale più dell’oggetto…

    • SAVINO MARSEGLIA (artista)

      La misura è al colmo: mentre gli stilisti sono ormai in affanno di idee, costretti a sfornare costumi di carnevale che non lasciano il segno se non sull’assegno… così Daniel Buren non riesce più a stare al passo con la freschezza creativa…

      Da lungo tempo, Il foulard al collo era una moda! Adesso con quelli firmati Buren, corriamo il rischio che facciano di noi degli attaccapanni artistici.

  • L’idea di per sè è interessante, niente di nuovo comunque. Sulle immagini scelte e stampate si scivola poi veramente in basso! E dovrei pagare..e pure tanto… per mettermi al collo una banalità del genere? Marta

    • Ea

      Ho visto i foulard dal vivo e posso assicurarvi che sono molto meglio che in foto! poi ovvio, una volta indossati si intravedono solo macchie di colore e non tutta l’immagine x esteso, e poi francamente la moda propone oggi cose molto + orrende.

  • Rox

    Ma sono orribili quei foulards!!! Solo i francesi potrebbero metterseli al collo e non certo gli italiani che di moda ne capiscono … Che gusto, mamma mia!!

  • Maurizio Biscontini

    no comment … si fa tanto a portare in alto il senso del Bello nella moda e poi esce fuori un se dicente artista , mah!!!