Come un clown. Passerella berlinese per la quasi-retrospettiva di Andrea Contin, ecco chiccera all’inaugurazione

Video, installazioni, performance, oggetti e disegni, “la cui intenzione concettuale viene espressa all’insegna della sintesi rigorosa e dell’ironia”. È quasi una retrospettiva, l’ultima personale proposta dall’eclettico Andrea Contin: che per darle il giusto respiro internazionale ha scelto la piazza di Berlino, per la precisione la Factory-art gallery, con la mostra As a Clown. Opere dagli […]

Video, installazioni, performance, oggetti e disegni, “la cui intenzione concettuale viene espressa all’insegna della sintesi rigorosa e dell’ironia”. È quasi una retrospettiva, l’ultima personale proposta dall’eclettico Andrea Contin: che per darle il giusto respiro internazionale ha scelto la piazza di Berlino, per la precisione la Factory-art gallery, con la mostra As a Clown. Opere dagli esordi, alla fine degli anni ’90, fino ad oggi, accompagnate da un catalogo che raccoglie le immagini e i testi più significativi dedicati in questi anni all’artista da critici, artisti, scrittori e amici. Di tempo per passarci ce n’è, ancora fino al 15 dicembre: intanto Artribune vi fa vedere un po’ di foto della mostra, e di chiccera all’inaugurazione del 22 ottobre…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.