Avete capito, che vogliamo lasciare un segno? E al fianco della mostra di Barilli all’ALT spunta una tri-rassegna di videoarte italiana

Ci facciamo in tre, per l’arte italiana. Anzi, ci mettiamo insieme per la Nuova creatività italiana, come il nome della mostra ideata da Renato Barilli e tenutasi durante l’estate a Bologna, e che raddoppia presso lo spazio ALT Arte Contemporanea di Elena Matous Radici e Famiglia Leggeri Ad Alzano Lombardo, nella bergamasca. Già nota la […]

L'ALT di Alzano Lombardo

Ci facciamo in tre, per l’arte italiana. Anzi, ci mettiamo insieme per la Nuova creatività italiana, come il nome della mostra ideata da Renato Barilli e tenutasi durante l’estate a Bologna, e che raddoppia presso lo spazio ALT Arte Contemporanea di Elena Matous Radici e Famiglia Leggeri Ad Alzano Lombardo, nella bergamasca. Già nota la cosa? Sì, ma non che ad affiancare la mostra ora c’è anche Videolandia, una rassegna autonoma che mette in fila progetti video di alcuni dei maggiori centri di raccolta e di sostegno della videoarte operanti in Italia.
Parliamo di Videoart Yearbook di Bologna – sempre area Barilli -, della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino e del DOCVA di Milano (Care/of e Viafarini): ciascuno dei tre centri ha selezionato un’antologia dei propri materiali della durata di circa 60-90 minuti ciascuno, che verranno proiettati ogni giorno negli orari di apertura della mostra. Calendario e orari? Videoart Yearbook tutti i martedì alle 12, e i venerdì alle 17; Sandretto Re Rebaudengo i mercoledì alle 14.30 e i sabati alle ore 17; DOCVA i giovedì alle 12 e le domeniche, alle 17.

Officina bergamasca. Fa tappa all’ALT di Alzano Lombardo l’”anti-biennale” griffata Renato Barilli
www.altartecontemporanea.it

  • ettore

    Un appunto videoart Yearbook è anche a Cremona al CRAC…

    22 ottobre 22 novembre spazio B.goLoretoSP/CRAC othervision
    inaugurazione sabato 22 ottobre h 18.00
    Videoart Yearbook – L’annuario della video arte italiana
    comitato scientifico: Renato Barilli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi, Fabiola Naldi,
    coordinamento: Dino Ferruzzi