Ugly, very Ugly. È il MediaCityUK di Manchester il “vincitore” della Carbuncle Cup, come edificio inglese più brutto dell’anno

Ancora un premio di architettura? No, semmai qui si può parlare di dis-premio, una lavagna sulla quale ogni anno scrivere a chiare lettere quale sia l’esempio massimo di architettura da deplorare. Perché degli inglesi si potrà dire tutto e il contrario di tutto, a favore o meno, ma nessuno può negare alla “perfida Albione” una […]

Il MediaCityUK di Manchester

Ancora un premio di architettura? No, semmai qui si può parlare di dis-premio, una lavagna sulla quale ogni anno scrivere a chiare lettere quale sia l’esempio massimo di architettura da deplorare. Perché degli inglesi si potrà dire tutto e il contrario di tutto, a favore o meno, ma nessuno può negare alla “perfida Albione” una dose ineguagliata di ironia e di autocritica.
E infatti da nessun altra parte sarebbe potuta nascere la Carbuncle Cup, ovvero la “competizione” – promossa dal prestigioso Building Design Magazine – per eleggere la più brutta nuova costruzione dell’anno. Per il 2011 in gara c’erano nomi importanti, da Jean Nouvel a 3XN/AEW – con il pubblicizzatissimo Museum of Liverpool. Ma alla fine l’ha “spuntata” il complesso MediaCityUK di Manchester, “concatenazione di edifici anemici” promossa dalla Peel Holdings e opera dei suoi architetti Wilkinson Eyre, Chapman Taylor e Fairhurst Design Group. Che ospita la nuova sede regionale della BBC, e la sede della facoltà di scienze della comunicazione della Salford University.