Sì, il dibattito sì. Non siamo tornati agli anni Settanta, però pare che vada sempre più di moda parlare d’arte. A Firenze si fa in libreria, con il nostro Pietro Gaglianò

È curato da Pietro Gaglianò il ciclo d’incontri intitolato Scripta. L’arte a parole, che si dispiega per alcuni mercoledì alla Libreria Brac di Firenze. Si comincia domani 21 settembre alle 18, e il primo testo a essere affrontato è Nuovi media, nuovo teatro. Teorie e pratiche tra teatro e digitalità (ed. Franco Angeli) di Anna […]

È curato da Pietro Gaglianò il ciclo d’incontri intitolato Scripta. L’arte a parole, che si dispiega per alcuni mercoledì alla Libreria Brac di Firenze. Si comincia domani 21 settembre alle 18, e il primo testo a essere affrontato è Nuovi media, nuovo teatro. Teorie e pratiche tra teatro e digitalità (ed. Franco Angeli) di Anna Maria Monteverdi. Ad accompagnare il dibattito, un video che raccoglie alcuni materiali degli artisti presi in esame nel libro, con nomi come Masbedo e Heiner Goebbels.
La seconda tappa sarà il 12 ottobre e la protagonista Lorenza Pignatti, curatrice del volume Mind the Map edito da Postmediabooks. A seguire, a novembre e dicembre in date ancora da definire, la Frenologia della Vanitas (Johan and Levi) di Alberto Zanchetta e Inventario perpetuo (Bruno Mondadori) di Rosalind Krauss, serata a cui interverrà Elio Grazioli, che ha curato e tradotto il libro della critica americana.

– Marco Enrico Giacomelli

www.libreriabrac.net

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014). In qualità di traduttore, ha curato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.
  • Nessun footage video di Artribune? Sarebbe proprio impossibile? È chiedere troppo? Beh! in ogni caso… tentar non nuoce