Parigi – Londra andata e ritorno. Valige pronte per gli amanti del design, sono partite le Design Week europee

Il primato di Milano capitale del design è sempre più in bilico. E in particolar modo a doversi guardare le spalle è la sua esclusiva kermesse dedicata al mondo del progetto industriale, insidiata da Design Week a tutti gli effetti che impazzano ormai in tutta Europa. Adesso poi arriva una novità destinata a mettere ancora […]

Il primato di Milano capitale del design è sempre più in bilico. E in particolar modo a doversi guardare le spalle è la sua esclusiva kermesse dedicata al mondo del progetto industriale, insidiata da Design Week a tutti gli effetti che impazzano ormai in tutta Europa.
Adesso poi arriva una novità destinata a mettere ancora più pepe sulla tenzone: perché non è solo l’arte a proporre la “troika” di inaugurazioni consecutive delle biennali di Lione, Istanbul e Salonicco; ci si mette pure un’inedita staffetta del design attraverso il Canale della Manica, che vede una debuttante Parigi lanciare la propria settimana del design – dal 12 al 18 settembre – in coda alla più nota manifestazione Maison Object (9-13 settembre), per poi passare il testimone a una già rodata Londra con il London design festival (17-25 settembre).
Grandi nomi italiani come Giulio Cappellini, Luca Nichetto, Massimo Iosa Ghini e Riccardo Dalisi figurano tra gli invitati d’onore della ville lumiere, con Lago – nota azienda veneta di furniture design – pronta ad aprire ben due store a Parigi. Possiamo essere tranquilli che saremo ben rappresentati, ma per scoprire le novità e gli emergenti non resta che immergersi nei boulevard. E siamo solo alla prima tappa…

– Valia Barriello


CONDIVIDI
Valia Barriello
Valia Barriello, architetto e ricercatrice in design, si laurea nel 2005 presso il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura, con la tesi "Una rete monumentale invisibile. Milano città d'arte? Sogno Possibile". Inizia l’attività professionale collaborando con diversi studi milanesi di architettura fino a che la passione per gli oggetti quotidiani e il saper fare con mano la spingono verso il design e verso il mare. Inizia così un dottorato in Design presso la facoltà di Architettura di Genova che consegue nel 2011 con la tesi di ricerca "Design Democratico". La stessa passione la porta anche alla scrittura che svolge per diverse testate del settore e all’allestimento e curatela di mostre di design. Porta avanti contestualmente all'attività professionale la ricerca sui temi che ruotano intorno al design democratico all'autoproduzione e all'utilizzo di materiali di scarto. Attualmente lavora presso uno studio milanese, collabora con la NABA come assistente del designer Paolo Ulian e cura la rubrica di design per Artribune.
  • Franco Veremondi

    Benissimo, però questo tour ideale non termina a Londra. Il 30 settembre il testimone passa alla Vienna Design Week, quinta edizione. E dura ben undici giorni, cioè fino al 10 ottobre.
    http://www.viennadesignweek.at/