Non solo Biennale. Mosca mette sul piatto anche la quindicesima edizione della fiera Art Moscow, e fra gli stand compare anche un po’ di Italia. A voi tutte le foto

Lo spazio espositivo, almeno in esterno, lo riconoscerete: ci siamo già passati nei giorni scorsi, per la mostra conclusiva del Kandinsky Prize. Ma Mosca ha deciso di fare le cose in grande, e nei giorni di preview della Biennale – tranquilli, a breve vi documenteremo tutto – propone fino al 25 settembre, sempre alla Casa […]

Lo spazio espositivo, almeno in esterno, lo riconoscerete: ci siamo già passati nei giorni scorsi, per la mostra conclusiva del Kandinsky Prize. Ma Mosca ha deciso di fare le cose in grande, e nei giorni di preview della Biennale – tranquilli, a breve vi documenteremo tutto – propone fino al 25 settembre, sempre alla Casa Centrale degli Artisti, la quindicesima edizione della fiera Art Moscow.
Una quarantina le gallerie nazionali ed internazionali presenti – dall’Italia c’è la torinese Gagliardi Art System -, un comitato tutto nuovo con professionisti inglesi (Rachael Barrett) e tedeschi (Anne Maier), stand di un unico formato, per dare rilievo alla qualità e non agli spazi. I nostri infaticabili “inviati speciali” non potevano mancare l’appuntamento, ed eccovi il foto report by Riccardo Murelli…

www.art-moscow.ru


CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • ma

    LucaRossi oggi tace? Chissà che ne pensano in Russia, del nostro “sistema migliore” :-)

  • a quanto vedo in russia potrebbero apprezzare molto il nostro padiglione italia curato da sgarbi, che in teoria dovrebbe essere il nostro sistema migliore; il problema è che in italia, ma forse anche in russia, non si riesce ad avere una critica d’arte che ci spieghi perchè sgarbi dovrebbe essere peggio di paolo zani, gioni, bonami e compagnia bella. e a nessuno frega gran chè.