Lo Strillone: vitalità della cultura in Italia sul Giornale. E poi russi in tour, Luigi Nono, doppio Raffaello a Dresda…

Russi in tour su Il Riformista, per un’approfondita recensione della collettiva che Marat Guelman ha portato al PAC di Milano, di passaggio lungo la rotta Parigi – New York, dove presto affollerà il PS1 a Long Island. Meraviglie dell’arte suntuaria e della scultura romanica a Poitiers: il paesello pirenaico tanto caro al Carlo di Fabrizio […]

Quotidiani
Quotidiani

Russi in tour su Il Riformista, per un’approfondita recensione della collettiva che Marat Guelman ha portato al PAC di Milano, di passaggio lungo la rotta Parigi – New York, dove presto affollerà il PS1 a Long Island. Meraviglie dell’arte suntuaria e della scultura romanica a Poitiers: il paesello pirenaico tanto caro al Carlo di Fabrizio De André – e Paolo Villaggio – è teatro di una mostra segnalata da Avvenire.

Al gran sole carico d’amore è stata una delle opere più discusse di Luigi Nono. La sua genesi, la sua messa in scena con allestimento fantasmagorico, raccontata in Triennale con una grande mostra evento. E raccontata, oggi, su Quotidiano Nazionale. Nuovo intervento, questa volta a firma Carlo Lottieri, sul dibattito che Il Giornale ha innescato attorno allo stato della cultura in Italia, alla sua vitalità e alla sua capacità di attrarre finanziamenti.

Maria incontra Maria: La Stampa festeggia il ricongiungimento, a Dresda, della Madonna di Foligno e di quella Sistina, dipinte da Raffaello ed oggi avvicinate per una mostra che anticipa la prossima visita del papa in Germania.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.