Lo Strillone: la Costituzione secondo Pablo Echaurren sul Corriere della Sera. E poi Arte Povera, Gianni Clerici, Ansel Adams…

Ricco primo piano sull’Arte Povera per L’Unità, con un saggio che ne ripercorre canoni ed intenzioni, alla vigilia dell’autunno caldo del megaprogetto celantiano che si presenta oggi a Roma, con retrospettive a Bologna, Roma, Rivoli, Milano, Napoli e Bari. È un cronista piacevole da leggere Gianni Clerici, anche per chi al tennis alto borghese preferisce […]

Quotidiani
Quotidiani

Ricco primo piano sull’Arte Povera per L’Unità, con un saggio che ne ripercorre canoni ed intenzioni, alla vigilia dell’autunno caldo del megaprogetto celantiano che si presenta oggi a Roma, con retrospettive a Bologna, Roma, Rivoli, Milano, Napoli e Bari.

È un cronista piacevole da leggere Gianni Clerici, anche per chi al tennis alto borghese preferisce discipline ben più zozze e proletarie. Dunque è piacevole leggere, su La Repubblica, la sua recensione a L’Arte di cogliere la palla al balzo (Lattés, Parigi), filosofia della vita leggera compilata dal cacofonico Denis Grozdanovitch. Intercettata da Clerici seguendo, chiaramente, una pallina gialla e pelosa…

Somaini a Matera, Mastroianni alla Fornace Pagliero: La Stampa punta il mirino sulla scultura. Ma dedica la doppia pagina ad Ansel Adams e i suoi spettacolari paesaggi in bianco e nero, in mostra a Modena. Pablo Echaurren disegna la Costituzione: Corriere della Sera racconta in anteprima le 15 tavole con cui il figlio di Sebastian Matta rende omaggio alla Carta del ’48. In mostra in cento scuole della Provincia di Roma.

Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.