Il ritorno di Multiplied. Durante Frieze, anche Christie’s Londra si trasforma in una fiera d’arte…

Dopo la prima edizione del 2010, anche quest’anno le stanze di South Kensington di Christie’s di Londra cederanno il posto ad una fiera durante la settimana di Frieze. Tra il 14 e il 17 ottobre la casa d’aste aprirà dunque le porte al pubblico per 2011, di cui sponsor ufficiale sarà Wallpaper, una delle più […]

Multiplied 2010, da Christie’s Londra

Dopo la prima edizione del 2010, anche quest’anno le stanze di South Kensington di Christie’s di Londra cederanno il posto ad una fiera durante la settimana di Frieze. Tra il 14 e il 17 ottobre la casa d’aste aprirà dunque le porte al pubblico per 2011, di cui sponsor ufficiale sarà Wallpaper, una delle più importanti riviste internazionali di design e stile.
Multiplied vuole rappresentare un punto focale per l’arte emergente, attraverso progetti innovativi presentati dalle 40 gallerie partecipanti e i workshop organizzati da Christie’s Education. Inoltre, verranno ospitate mostre di importanti artisti nazionali e internazionali, accanto ai big rappresentati da Whitechapel Gallery, The Paragon Press, Emin International e White Cube.
La collaborazione con Wallpaper risponde all’obiettivo di Multiplied di dar risalto ai giovani talenti, attraverso la cover del supplemento del magazine affidata al giovane illustratore Jack Featherstone e ad un video per il gruppo musicale Acid Washed.

– Martina Gambillara

www.multipliedartfair.com

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.