Il Greenwich Village? È in Via Lattanzio. Atmosfere da New York vintage per i nuovi spazi milanesi di Patricia Armocida, ecco le foto dell’opening

Ma che: siamo nel Village? Ah, no: a Milano. Eppure dagli accenti, dal look e dalla ressa avresti detto di stare dall’altra parte dell’Atlantico. Come annunciato Patricia Armocida inaugura i nuovi spazi della sua galleria, traslata da zona Piola a via Lattanzio: nemmeno troppo lontano, giusto qualche isolato più a sud; si passa da un […]

Pienone in via Lattanzio per la nuova galleria Patricia Armocida

Ma che: siamo nel Village? Ah, no: a Milano. Eppure dagli accenti, dal look e dalla ressa avresti detto di stare dall’altra parte dell’Atlantico. Come annunciato Patricia Armocida inaugura i nuovi spazi della sua galleria, traslata da zona Piola a via Lattanzio: nemmeno troppo lontano, giusto qualche isolato più a sud; si passa da un open space in seminterrato ad un luminoso appartamento con più locali.
Folla di curiosi e aficionados per la collettivona che apre le danze della nuova avventura: Contemporaries sfoglia – fino al 4 novembre – la margherita del pop-folk e della New Weird America, portando esperienze che vanno dai graffiti al pop più puro, passando per le contaminazioni con il primitivismo a stelle e strisce. Nomi più maturi rispetto alla media degli artisti coinvolti nelle ultime mostre della Armocida, anche se tutti rigorosamente under 50: una piccola ma succosa enciclopedia di stili e tendenze del pop dagli anni ’80 ad oggi.
Tanto viene dalla strada, è chiaro: gente come Stephen Powers e Todd James arriva dalle bombolette, ma ha saputo costruire soluzioni tecniche nuove a servizio di linguaggi meno inflazionati. Un tocco di italianità: tra i dieci in mostra anche Francesco Deiana, milanese di nascita ma californiano di adozione. E di elezione.

– Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • Pingback: Inaugurazione Galleria Patricia Armocida | Marketing Consultants()

  • hm

    non per sminuirla ma in via lattanzio passa gente a qualsiasi ora del giorno e della notte, di solito sono tamarri coi finestrini della polo (vs punto vs sputodimacchina tunata male perchè il vero tuning è solo made in romagna) abbassati che sparano musica tipo questa —–> http://www.youtube.com/watch?v=RaCodgL9cvk (che in effetti con un buon impianto fa veramente venir giù tutto) .

    • Ermione

      hm, ti assicuro che in quel momento la gente era lì per l’inaugurazione, che poi in via Lattanzio passi parecchia gente siamo d’accordo, ma quella sera non si riusciva neppure ad entrare nella galleria tanta gente c’era.

  • Gigi

    Non funziona il link, cos’era?

    • hm

      I’m a nice dude, with some nice dreams
      See these ice cubes, see these ice creams?

      • hm

        è arte povera . roba da evitare .