Il declino della democrazia. Attualità socio-politica per la nuova mostra del Centro della Strozzina, a Firenze. Su Artribune tutte le foto

Periodo di fuoco, questo di fine settembre: la stagione è ormai ripartita in pieno, e tutti gli “attori” dell’artworld vogliono presentarsi al meglio, ritemprati dopo la sosta estiva. Eppure, gli stacanovisti reporters di Artribune ce la stanno mettendo tutta per essere presenti in tutti i punti chiave, con servizi in presa diretta, che sempre più […]

Periodo di fuoco, questo di fine settembre: la stagione è ormai ripartita in pieno, e tutti gli “attori” dell’artworld vogliono presentarsi al meglio, ritemprati dopo la sosta estiva. Eppure, gli stacanovisti reporters di Artribune ce la stanno mettendo tutta per essere presenti in tutti i punti chiave, con servizi in presa diretta, che sempre più cercano di dare la “temperatura” degli eventi, più che documentarli con distacco.
Ora dunque si va a Firenze: il Centro di Cultura Contemporanea della Strozzina la butta in politica, e con la mostra Declining Democracy presenta le opere di quattordici artisti contemporanei internazionali con un percorso “che riflette su valori, contraddizioni e paradossi che caratterizzano la società di oggi e su come possiamo declinare i principi della democrazia in un momento in cui la loro validità sembra essere messa in discussione nel mondo contemporaneo occidentale”.
Gli artisti? Da Francis Alÿs a Michael Bielicky & Kamila B. Richter, Buuuuuuuuu, Roger Cremers, Democracia, Juan Manuel Echavarría, Thomas Feuerstein, Thomas Hirschhorn, Thomas Kilpper, Lucy Kimbell, Cesare Pietroiusti, Artur Żmijewski. La parola adesso la diamo alle immagini…