I finanziamenti per la cultura? Ma quali tagli e manovre finanziarie, per il governo sono le strutture culturali che non li vogliono

I fondi per la cultura? Per Emma Perrelli – Dipartimento della Gioventù, Presidenza del Consiglio dei Ministri – gli enti non li vogliono. È quanto ha affermato durante la sessione dedicata a La produzione artistica e la valorizzazione del patrimonio culturale per il rilancio dei territori. L’arte contemporanea, l’audiovisivo e i beni culturali, all’interno del […]

Emma Perrelli

I fondi per la cultura? Per Emma Perrelli – Dipartimento della Gioventù, Presidenza del Consiglio dei Ministri – gli enti non li vogliono. È quanto ha affermato durante la sessione dedicata a La produzione artistica e la valorizzazione del patrimonio culturale per il rilancio dei territori. L’arte contemporanea, l’audiovisivo e i beni culturali, all’interno del convegno Le città della Cultura, che fino a ieri ha chiamato a raccolta all’Auditorium di Roma gli amministratori locali.
E già, pare proprio che non sia colpa loro se le strutture culturali non vengono finanziate, né colpa del governo, né della manovra finanziaria. Il problema – afferma la rappresentante del Dipartimento alle politiche giovanili – è che nella cultura non vogliono la politica, una giustificazione che lascia sbigottiti i presenti. Ciononostante – continua la Perrelli – il Ministero della Gioventù ha sostenuto in particolare il Cinema, prestando particolare attenzione a Festival del Cinema di Roma, e promuove bandi destinati a giovani registi, con premi non in denaro, cha a poco serve, ma in riconoscimenti volti a conferire al giovane maggiore visibilità possibile.

Alessandra Fina

Il ministro Giorgia Meloni

CONDIVIDI
Alessandra Fina
Vive a Roma. Ha conseguito la laurea magistrale in Curatore d’arte contemporanea presso l’Università La Sapienza. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati (Villa Torlonia, Caffè Letterario Roma ecc). Ha lavorato presso Palazzo delle Esposizioni come operatore didattico e addetta all’accoglienza. Ha partecipato alla redazione del testo Europa – America 1945 – 1985, una nuova mappa dell’arte a cura di Carla Subrizi e del catalogo della mostra Sguardi Multipli. Rassegna Nazionale di Arti Visive (Palazzo San Bernardino, Cosenza – Castello Estense, Ferrara). Ha collaborato con l’ufficio stampa Novella Mirri e Maria Bonmassar. Attualmente si occupa di comunicazione e public relation e collabora con importanti testate di settore: Artribune e Tafter.
  • quaestio

    ma qualcuno ha avuto il buon senso di alzarsi in piedi e insultarla a piena voce? O questa minchiata colossale è passata così, come le tante raccontate da questo governo?

    • sf

      ad una che, in un convegno, sbaglia ripetutamente il congiuntivo, cosa vuoi risponderle?

  • augusta

    ” ….con premi non in denaro, che a poco serve, ma in riconoscimenti volti a conferire al giovane maggiore visibilità possibile….” No Comment.
    Inutile rispondere. Sparare è meglio.

  • federica

    pazzesco!!!!!!!!!!!! non li vogliamo, non dateceli per favore, vogliamo chiudere!!! cosa ce ne facciamo dei soldi (che a poco servono)?!?!?!

  • al limite

    …commento fine ed elegante, probabilmente di un’esperta in materia…