House organ in galleria, un po’ rivista, un po’ catalogo. Anche la CO2 ne ha uno, al secondo numero

È riduttivo definirlo così, ma se lo incasellassimo nella categoria degli house organ, il premio al miglior prodotto degli ultimi anni andrebbe a Peep-Hole Sheet, raffinato tabloid da collezione, con ogni numero curato da un artista (l’ultimo, il nono, uscito in estate, l’hanno preso in carico Giuseppe Gabellone e Diego Perrone). Ma certo non c’è […]

Kounellis - Giuseppe Garrera

È riduttivo definirlo così, ma se lo incasellassimo nella categoria degli house organ, il premio al miglior prodotto degli ultimi anni andrebbe a Peep-Hole Sheet, raffinato tabloid da collezione, con ogni numero curato da un artista (l’ultimo, il nono, uscito in estate, l’hanno preso in carico Giuseppe Gabellone e Diego Perrone). Ma certo non c’è solo il magazine della non profit milanese Peep-Hole. A Roma, ad esempio, esiste CO2, rivista distribuita dall’omonima galleria e ideata da Giorgio Galotti, Gianni Garrera, Giuseppe Garrera e Francesco Napolitano, composta da sole immagini a partire da un tema conduttore. Un freepress, ma anche una mostra.
Attenzione però, non si tratta di un catalogo travestito da rivista, ma dell’esatto contrario: i contenuti sono pensati per il magazine, e in seguito diventano materiale da esposizione. Il filo conduttore generale? “L’ideale è che gli artisti si confrontino con questo progetto tramite un esercizio di rinuncia e di castigo visivo, per questo si richiede di comporre lavori disciplinati e rigorosi, secondo criteri di severità e di obbedienza al tema. L’ideale è provare a congegnare una nuova razza di immagini”. Progetto semestrale, è giunto al secondo numero, dedicato al tema Disonora il padre (con mostra allestita dal 15 settembre al 1 ottobre). Risale invece al marzo scorso l’esordio, intitolato Come verrà distrutta Roma.

– Marco Enrico Giacomelli

www.co2gallery.com

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014). In qualità di traduttore, ha curato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.
  • CO2

    Free press da collezione in tiratura limitata, in distribuzione presso i bookshop di:
    – MACRO
    – MAXXI
    – G.N.A.M.
    – Villa Medici, Accademia di Francia
    – luoghi di cultura e bar di Roma.

    Prossima uscita: ATTI DI RIFONDAZIONE – Marzo 2012

  • bei titoli

  • annagrazia

    un’operazione geniale.

  • herbert

    Great project! I get a copy today in Macro. Thanks!!

  • Davide

    Progetto interessantissimo, come si possono avere i numeri precedenti?