Da quanto tempo andiamo dicendo che la Turchia è sulla cresta dell’onda? Adesso provate a indovinare da dove viene la nuova direttrice del Witte de With di Rotterdam…

Il dopo Nicolaus Schafhausen? Viene da Istanbul. È sicuramente una conferma di quanto sosteniamo da tempo, cioè che l’occidente, volente o nolente, deve cominciare a guardare per necessità, con interesse e grande volontà di fare ricerca, le energie che vengono dai sistemi emergenti. Deve condividere la nostra idea anche il Witte de With di Rotterdam […]

Defne Ayas: la direttrice del Witte de With nel nuovo comitato scientifico del PAC

Il dopo Nicolaus Schafhausen? Viene da Istanbul. È sicuramente una conferma di quanto sosteniamo da tempo, cioè che l’occidente, volente o nolente, deve cominciare a guardare per necessità, con interesse e grande volontà di fare ricerca, le energie che vengono dai sistemi emergenti. Deve condividere la nostra idea anche il Witte de With di Rotterdam che sceglie una direttrice turca, ma con un eccellente “curriculum asiatico” per guidare uno dei più importanti musei europei.
Si tratta di Defne Ayas, un passato newyorkese nella veste di curatore di Performa, che dal 1 gennaio 2012 assumerà effettivamente l’illustre nuovo ruolo. La neodirettrice è anche, dal 2007, co-fondatrice di Arthub Asia, che ha l’intento di promuovere l’arte contemporanea asiatica e di favorire scambi culturali. Esperta di new media art, la Ayas ha anche trascorsi universitari nella Grande Mela e a Shangai, e di consulente nelle Biennali di Gwuangju e Shangai. Per cominciare, le è stato conferito un incarico di tre anni. Chissà se riuscirà, come il suo predecessore, in carica dal 2006, a doppiare arrivando a quota sei,  il massimo consentito dalla policy istituzionale del Witte de With.

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.