Crisi? Neanche tanto, in Svezia. Heikki Marila si porta a casa i 110mila euro del Carnegie Art Award

Nulla da dire sulla scelta: la sue versioni contemporanee delle nature morte floreali olandesi del Secolo d’Oro hanno fatto il giro del mondo, uno stile carico di simbolismi e certamente molto personale. Eppure davanti a notizie come queste viene spontaneo domandarsi: crisi? Ma dove? Sì, perché l’artista finlandese Heikki Marila con le sue opere si […]

Heikki Marila (foto Yle)

Nulla da dire sulla scelta: la sue versioni contemporanee delle nature morte floreali olandesi del Secolo d’Oro hanno fatto il giro del mondo, uno stile carico di simbolismi e certamente molto personale. Eppure davanti a notizie come queste viene spontaneo domandarsi: crisi? Ma dove?
Sì, perché l’artista finlandese Heikki Marila con le sue opere si è aggiudicato il milione di corone svedesi messo in palio dal Carnegie Art Award, che al cambio corrente fanno qualcosa come 110mila euro. Mica male, come crisi…
Il secondo premio – 600.000 corone (66mila euro) è andato a Edholm Ann, mentre fra gli altri premiati – rigorosamente artisti dei paesi nordici – ci sono Christian Schmidt-Rasmussen e Klara Lidén, che bissa il premio ottenuto alla Biennale di Venezia.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Evviva la Svezia , paese con i tempi, un paese che
    e’ realmente contemporaneo, fatevi un giro per capirlo.
    Un posto dov’è non c’è la casta, dove non ci sono le
    veline ne Berlusconi, e soprattutto sani valori di democrazia,
    anche culturale, dentro l’Europa ma con le corone svedesi che
    si reggono anche sui valori etici e, direi, assolutamente
    contemporanei.

    Halleluja ! :)