Come si dice Pecha Kucha Night in sardo? Per i creativi di tutta l’isola, e oltre, appuntamento a Cagliari il 14 ottobre. Ma ci vuole la prenotazione…

Sardi creativi di tutto il mondo? Riunitevi con un’idea che arriva dal Giappone. Sbarca a Cagliari, infatti, la Pecha Kucha Night, format molto originale, oggi presente in circa 430 città sparse in tutto il mondo. Nei dettagli, si tratta di una maratona dedicata alla creatività che ha l’obiettivo di indagare e far conoscere i fermenti […]

Sardi creativi di tutto il mondo? Riunitevi con un’idea che arriva dal Giappone. Sbarca a Cagliari, infatti, la Pecha Kucha Night, format molto originale, oggi presente in circa 430 città sparse in tutto il mondo. Nei dettagli, si tratta di una maratona dedicata alla creatività che ha l’obiettivo di indagare e far conoscere i fermenti del luogo ospite, e che vuole essere un momento di incontro e confronto per i giovani che si muovono nell’ambito delle industrie creative, dagli stilisti ai designer, dagli architetti ai grafici, dai fotografi agli artisti fino agli scrittori, ai musicisti e ai videomaker, ai comunicatori e a coloro che operano nell’editoria…
Tutto, nel corso di una notte. Per l’esattezza, in questo caso, quella del 14 ottobre, che dalle 20.20 vedrà sfilare idee e stimoli nella cornice del Chiostro della Facoltà di Architettura. Ma attenzione: per candidarsi e raccontare il proprio progetto (senza essere prolissi, possibilmente) bisogna inviare le proprie proposte entro e non oltre il 30 settembre. La prima Pecha Kucha Night cagliaritana, in partnership con la Facoltà di Architettura dell’Università locale e Kleyn Ditham Architecture, si svolge nell’ambito del festival Alig’Art, dedicato alla sostenibilità. Il tema? Attualissimo: riguarda l’abitare, possibilmente sostenibile…

– Santa Nastro

pechakuchacagliari.wordpress.com/
www.facebook.com/pages/Pechakucha-Cagliari/219334654791825
tel: 388 4472039

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.