C’era un giapponese a Venezia. In occasione della Mostra del Cinema, alla Jarach Gallery arriva l’ultimo Kensuke Koike

“Come nel filmato rielaborato o nella composizione-manifesto, l’opera perde la sua funzionalità, la referenzialità con il reale, rivelando così non solo il suo doppio ma una miriade di vettori che accrescono le sue potenzialità immaginative”. Parola di Andrea Bruciati: è lui l’autore della presentazione della mostra Searching for a Perfect, personale di Kensuke Koike che […]

Come nel filmato rielaborato o nella composizione-manifesto, l’opera perde la sua funzionalità, la referenzialità con il reale, rivelando così non solo il suo doppio ma una miriade di vettori che accrescono le sue potenzialità immaginative”. Parola di Andrea Bruciati: è lui l’autore della presentazione della mostra Searching for a Perfect, personale di Kensuke Koike che la Jarach Gallery di Venezia propone In concomitanza con la 68a Mostra del Cinema.
Mostra che illustra la recente linea dell’artista, che lavora su immagini recuperate e ricomposte, giungendo a ribaltarne il senso e la percezione. Artista di origini giapponesi che ormai da tempo vive e lavora a Venezia, Koike ha esposto alla Perugi artecontemporanea (Padova), Virgil de Voldère Gallery (New York), Galerie 5raume (Ludwigsburg), Mestna Galerija (Nova Gorica), Laterna Magika (Praga), Art Gallery of York University (Toronto), Fondazione Bevilacqua la Masa (Venezia).

Vernissage: sabato 3 settembre 2011 – ore 18.00
Dal 3 Settembre al 29 Ottobre 2011
Campo San Fantin, San Marco 1997 – 30124 Venezia
www.jarachgallery.com

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.