Un piatto di pasta e una pizza (cinematografica). Con il corto di Erri De Luca alla Mostra del Cinema di Venezia prosegue il progetto Garofalo firma il Cinema

L’iniziativa ha preso il via nel 2005, e già può vantare diversi progetti nei quali il cinema si incrocia con altre modalità espressive visuali, da Armandino e il Madre con la regia di Valeria Golino – ambientato proprio fra le sale del museo napoletano -, al recente The Wholly Family con Cristiana Capotondi, diretto da […]

Erri De Luca (foto Emanuela Scarpa)

L’iniziativa ha preso il via nel 2005, e già può vantare diversi progetti nei quali il cinema si incrocia con altre modalità espressive visuali, da Armandino e il Madre con la regia di Valeria Golino – ambientato proprio fra le sale del museo napoletano -, al recente The Wholly Family con Cristiana Capotondi, diretto da Terry Gilliam. Parliamo del progetto Garofalo firma il cinema, con il quale l’Antico Pastificio Garofalo incontra il mondo del cinema con il product placement. E che ora, in occasione della Mostra del Cinema di Venezia, aggiunge una nuova avventura al prestigioso “catalogo”.
L’ottava edizione delle Giornate degli Autori sarà infatti aperta il 31 agosto con l’anteprima di Di là dal vetro di Erri De Luca, di cui lo scrittore napoletano è autore e interprete. Sullo schermo le parole di De Luca prendono forma e, attraverso il dialogo con la madre – interpretata da Isa Danieli – rievocano un passato di guerre e sentimenti intensi. “Abbiamo portato sul grande schermo le parole di Erri De Luca – ha commentato Massimo Menna, ad di Garofalo -. Lo consideriamo un grande regalo che vogliamo condividere con voi”.