Spot virale cercasi. Per Tafter, la webzine di economia e cultura a 360°, che rinnova grafica e contenuti

È sua la firma del video horror per il singolo dei Subsonica Istrice, censurato dalle tv musicali. Di chi stiamo parlando? Di Cosimo Alemà, il regista che ha realizzato più di 200 video musicali per artisti italiani e stranieri (ha lavorato, tra gli altri, con Tiromancino, Verdena, Le Vibrazioni, Sergio Cammariere, Angela Baraldi) e che […]

È sua la firma del video horror per il singolo dei Subsonica Istrice, censurato dalle tv musicali. Di chi stiamo parlando? Di Cosimo Alemà, il regista che ha realizzato più di 200 video musicali per artisti italiani e stranieri (ha lavorato, tra gli altri, con Tiromancino, Verdena, Le Vibrazioni, Sergio Cammariere, Angela Baraldi) e che sarà il “premio” per il primo classificato del bando Brand New Tafter.
Già, perché Tafter, la prima webzine di economia e cultura in Italia, ha indetto un concorso per la realizzazione di un promo creativo e originale da utilizzare in tutte le campagne di comunicazione ufficiali della testata online, allo scopo di diffondere la sua nuova veste grafica e le sue nuove offerte culturali (un servizio di booking on line di concerti, mostre, festival, rassegne, spettacoli, visite guidate), in funzione a partire dal 7 novembre 2011. Chi lo vincerà avrà, quindi, la possibilità esclusiva di partecipare all’ideazione e realizzazione di un lungometraggio o di un videoclip girato da Cosimo Alemà per The Mob. Mentre i sette finalisti si aggiudicheranno la pubblicazione giornaliera del video prodotto, sul sito www.tafter.it, secondo un ordine che andrà dal settimo classificato fino al primo, accompagnando così il countdown settimanale che precederà il lancio della nuova webzine.
Videomaker professionisti o amatoriali, giovani studenti e appassionati cineasti, con il solo limite della maggiore età alla data del 1 ottobre 2011, sono, dunque, i destinatari invitati a realizzare questo breve spot virale (della durata di 20-60”) sul tema del viaggio culturale, fisico o virtuale. Sarà concessa ampia libertà di interpretazione cinematografica, con l’unica condizione di rendere visibile, anche per pochi istanti, una barchetta di carta di giornale e il logo di Tafter, in cui si evinca la sua natura fresca, creativa e artistica.
Oltre al già citato Alemà, gli altri membri della giuria sarann: Fulvio Compagnucci, produttore di The Mob, Silvia Carbone, managing editor di Ninja Marketing, Daniele Di Gennaro, fondatore ed editore Minimum Fax e Stefano Monti, direttore editoriale di Tafter. C’è tempo fino al 1 ottobre per partecipare, gratuitamente, al Viral Video Contest.

– Claudia Giraud

www.tafter.it/brand-new-tafter-viral-video-contest

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).