Smile. E l’artista Michael Landy prova a riportare civiltà fra i londinesi. A colpi di stickers, nelle stazioni del Metrò…

“Ci si ricorda sempre quando le persone sono negative con noi. E sembra che invece si ignori quando qualcuno ci sorride. È questo che vorrei sottolineare con il mio progetto”. Londra è sotto scacco per mano di contestatori che a volte nascondono violenti devastatori e razziatori, comunque non inclini alla gentilezza e bontà d’animo? E […]

Ci si ricorda sempre quando le persone sono negative con noi. E sembra che invece si ignori quando qualcuno ci sorride. È questo che vorrei sottolineare con il mio progetto”. Londra è sotto scacco per mano di contestatori che a volte nascondono violenti devastatori e razziatori, comunque non inclini alla gentilezza e bontà d’animo? E c’è chi risponde con una campagna all’insegna delle buone maniere, della cortesia e dell’educazione.
È l’artista Michael Landy, che vuole puntare il dito sui tanti gesti spontanei di fair play che hanno fatto notizia all’indomani dei disordini, aiutando riunire quartieri e a ricostruire rapporti civili. E lo fa in un luogo simbolo della socialità come la Metropolitana, teatro del progetto Acts of Kindness, realizzato con una serie di stickers affissi nelle stazioni centrali del famoso Tube…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Chissà, potremmo chiedegli di fare un progettino simile, piccolo, piccolo, per i commenti su Artribune, che ne dite? ;-)