Non un contenitore, ma un progetto di arte partecipata. Parte il concorso per il Parco d’Artista, nel nuovo quartiere Casanova di Bolzano

L’arte pubblica si sta delineando sempre più come una stretta relazione fra sé e gli altri, che non può più prescindere dal coinvolgimento diretto e dalla partecipazione attiva del destinatario dell’opera. Già a Torino, con il progetto Nuovi Committenti, gli abitanti di un intero quartiere (Mirafiori Nord) erano stati chiamati in causa dal collettivo di […]

Il nuovo quartiere Casanova di Bolzano

L’arte pubblica si sta delineando sempre più come una stretta relazione fra sé e gli altri, che non può più prescindere dal coinvolgimento diretto e dalla partecipazione attiva del destinatario dell’opera. Già a Torino, con il progetto Nuovi Committenti, gli abitanti di un intero quartiere (Mirafiori Nord) erano stati chiamati in causa dal collettivo di curatrici a.titolo per intervenire nelle scelte artistiche di Massimo Bartolini (una cappella del Settecento trasformata in laboratorio didattico) e di Lucy Orta (il nuovo Parco Lineare di corso Tazzoli).
Ora la storia si ripete con l’idea di lanciare un concorso d’arte pubblica per la progettazione di un’area/parco nel nuovo quartiere Casanova di Bolzano. Si tratta di un nuovo insediamento urbano, a forte vocazione residenziale, con una presenza rilevante di edilizia popolare e agevolata, nel quale si vuole dunque ricavare un Parco d’Artista, dove realizzare un intervento artistico stabile, e non un semplice arredo. A tal proposito, per la progettazione del bando di concorso, sono stati aperti tavoli di lavoro e di confronto con le specificità di quartiere, nonché con alcune scuole medie e superiori prese a campione, coinvolte nell’anno scolastico 2010/2011 con alcuni interventi; altri contatti sono stati avviati con enti e associazioni culturali della città. Il costo complessivo dell’intervento artistico e della sistemazione dell’area non dovrà superare i 110mila euro, Iva esclusa. Al vincitore sarà assegnato un premio di 5mila euro. Al secondo e terzo classificato verrà attribuito un premio di 2.500 euro, mentre agli altri sette della graduatoria verrà assegnato un importo di 1mila euro a titolo di rimborso spese.
La Commissione giudicatrice è composta da: Marion Piffer Damiani, Letizia Ragaglia, Roberto Pinto, Emanuela De Cecco, Marco Scotini, Pierluigi Sacco, Alexandra Pan con la Direzione artistica di Annalisa Cattani. Presso l’area interessata dal concorso sarà organizzato nella giornata del 25 agosto – alle 11 – un primo sopralluogo con i partecipanti, nel quale saranno approfondite le tematiche in oggetto. Ultimo termine per la ricezione dei progetti è il 9 novembre 2011.

– Claudia Giraud

www.bandi-altoadige.it

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).