La collezione? Te la sistemo io. A Londra iscrizioni aperte per il Curatorial open della Zabludowicz Collection

Un Open call per curatori provenienti da tutti gli ambiti. La Zabludowicz Collection di Londra lancia l’edizione 2012 di Curatorial open, un bando finalizzato ad incoraggiare e sostenere pratiche curatoriali sperimentali. I “concorrenti” dovranno confrontarsi con la collezione e pensare ad una mostra, una pubblicazione un programma di eventi che si svolgeranno da luglio ad […]

Anita e Poju Zabludowicz

Un Open call per curatori provenienti da tutti gli ambiti. La Zabludowicz Collection di Londra lancia l’edizione 2012 di Curatorial open, un bando finalizzato ad incoraggiare e sostenere pratiche curatoriali sperimentali. I “concorrenti” dovranno confrontarsi con la collezione e pensare ad una mostra, una pubblicazione un programma di eventi che si svolgeranno da luglio ad agosto 2012.
I progetti più ambiziosi saranno selezionati da un comitato composto da Chris Dearcon, direttore della Tate Modern, Martin Herbert, Associate editor di Art Review, Maria Lind, direttrice della Tensta Konsthalle, Anita Zabludowicz, fondatrice della collezione. Submission entro il 1 novembre 2011.

– Santa Nastro

www.zabludowiczcollection.com

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.