Il Canada che (non?) ti aspetti. Due isolettte di pescatori rinascono grazie a un esperimento di arte contemporanea che fonde architettura, design e arte

Per un ventennio, la piccola, storica comunità di pescatori di Fogo e Change Island (isolette rocciose ad oltre 600 miglia da St. John, capitale di Newfoundland, di fronte al Canada) aveva conosciuto un lento declino dovuto all’interdizione alla pesca del merluzzo, principale attività delle isole. Ma è tornata recentemente alla ribalta, ed al business, grazie […]

Per un ventennio, la piccola, storica comunità di pescatori di Fogo e Change Island (isolette rocciose ad oltre 600 miglia da St. John, capitale di Newfoundland, di fronte al Canada) aveva conosciuto un lento declino dovuto all’interdizione alla pesca del merluzzo, principale attività delle isole. Ma è tornata recentemente alla ribalta, ed al business, grazie alla Fogo Island Art Corporation, fortemente voluta da Zita Cobb, un’imprenditrice  di grande successo nel settore della communication technology, originaria proprio di Newfoundland. Il progetto, che vale oltre 15 milioni di dollari canadesi, è un esperimento di arte contemporanea che vuole riqualificare e rivalutare le isole implementando una strategia che integri arte, design, turismo ed impresa sociale.
Core del progetto sono sei studi d’artista: disegnati dall’architetto Todd Saunders, quattro – il luminoso ed essenziale Long Studio (nella foto), Bridge Studio, Tower Studio and Squish Studio – sono già terminati, mentre gli altri due saranno completati entro il giugno 2012. Studi pensati per artisti provenienti da tutto il mondo, un linea con la doppia vocazione di Arts Corp: un International Residency Programme ed un Production Programme, ciascuno dei quali disegnato per interagire sia a livello locale che transnazionale. Artisti, curatori, scrittori e registi – le discipline previste sono arti visive, new media, design, musica, danza, scrittura, movie making – possono candidarsi per il Residency Programme sull’isola di Fogo nel 2012 e 2013, per periodi da 3 a 6 mesi. Saranno forniti sia lo studio (spazio di lavoro) che una abitazione privata.

– Barbara Marcotulli

www.artscorpfogoisland.ca