Creare un pubblico partecipe e una cultura del contemporaneo. E AMACI sceglie le pagine di Artribune Magazine

“Abbiamo appuntamenti programmati con i Centre d’Art Contemporaine francesi e stiamo organizzando un meeting in primavera con i musei tedeschi”. Piatto ricco, ma chi è che parla? È l’unico soggetto oggi in grado in Italia di mettere in piedi collaborazioni del genere, ovvero l’AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, ormai rodatissimo consesso che riunisce […]

Valerio Dehò

Abbiamo appuntamenti programmati con i Centre d’Art Contemporaine francesi e stiamo organizzando un meeting in primavera con i musei tedeschi”. Piatto ricco, ma chi è che parla? È l’unico soggetto oggi in grado in Italia di mettere in piedi collaborazioni del genere, ovvero l’AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, ormai rodatissimo consesso che riunisce 26 fra i maggiori attori del paese sul fronte del contemporaneo.
Che fin dalla nascita ha posto la comunicazione come uno dei suoi strumenti indispensabili al perfezionamento del sistema ed alla sua proiezione nella società. E cosa sceglie oggi l’AMACI per avere un nuovo spazio periodico di aggiornamento delle proprie attività ed iniziative? Una “nuova (ma anche ‘antica’) esperienza giornalistica” – sono parole di Valerio Dehò, che firma il primo contributo della rubrica Ultime dall’Amaci -, che ha “bruciato le tappe ed è già una rivista affermata. Creare un pubblico partecipe e una cultura del contemporaneo, è il nostro comune obbiettivo”.
Ovvero Artribune: a partire dal numero dal magazine in uscita a metà settembre, i direttori dei musei associati si alterneranno per informare i lettori sui programmi ed I progetti dell’associazione. Di che si parla nel primo articolo? Di Giornata del contemporaneo, del nuovo sito AMACI, e poi… Il resto ve lo leggete su Artribune Magazine!

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • caro Valerio, ho letto con piacere l’articolo e ti chiedo come peter fare inserzione di una mostra che stiamo organizzando a pescara per 8 ottobre e so che è stata inserita nel circuito AMACI; ti metto in contatto con organizzatore? ci sarà anche Albano Paolineli. Ti rinnovo invito per lo SpoltoEnsemble del 14 agosto.
    buone ferie
    danilo susi