Ars Electronica 2011 – How It All Begins. Caccia alle origini della materia. A Linz l’annuale appuntamento mondiale per navigare tra arte, scienza e tecnologie d’avanguardia…

È probabile che all’appuntamento del prossimo anno si andrà alla ricerca di Dio. Per quest’anno accontentiamoci di risalire a quel miliardesimo di secondo dopo il Big Bang, inseguendo i principi fondamentali del cosmo. Imprescindibile, quindi, per questa edizione, l’intervento attivo e concreto del CERN di Ginevra, l’istituto in cui più di 8mila scienziati provenienti da […]

The Art of Bodymass / Dancing the Theremin - Herbert Gnauer (AT) in collaborazione con InnoC.at (AT), Happy Lab (AT), Joe Noname (AT), Doron Goldfarb (AT) – Regina Leibetseder-Löw

È probabile che all’appuntamento del prossimo anno si andrà alla ricerca di Dio. Per quest’anno accontentiamoci di risalire a quel miliardesimo di secondo dopo il Big Bang, inseguendo i principi fondamentali del cosmo. Imprescindibile, quindi, per questa edizione, l’intervento attivo e concreto del CERN di Ginevra, l’istituto in cui più di 8mila scienziati provenienti da molti paesi sono al lavoro per ampliare “i confini” della nostra conoscenza. In fondo è condivisibile l’idea che “la vera giustificazione del CERN si trovi in misura molto maggiore nell’essere uno spazio straordinariamente favorevole alla libera espressione, allo scambio di idee…”. Un modello, dunque, che fa delle intuizioni della fisica un nuovo modo di pensare in generale: nuovi paradigmi, nuove idee e modi di concepire e di vivere il mondo.
In programma ad Ars Electronica una matassa quasi inestricabile di eventi – trecento in sette giorni – con numerosi simposi, ospiti autorevolissimi e documentazioni d’eccezione. Tra una ipotetica antropologia del futuro e virtuali neo-sociologie di massa, tra estetica e etica, c’è una valanga di proposte artistiche, soprattutto in forma sperimentale, ibrida, dal vivo e in video-installazione, interattività, performance, sound art. Non ultimo, la consegna dei premi annuali nella sezione Prixars (International Competition for Cyber Arts) alle categorie di video in concorso come Art Hybrid, Interactiv Art, Computer Animations.

 

I luoghi del festival sono numerosi, ma non eccessivamente distanti l’uno dall’altro, e soprattutto concentrati intorno al Lentos Museum e all’Ars Electronica Center, i due poli espositivi d’eccellenza che amano le tenebre fronteggiandosi sulle rive del Danubio…

– Franco Veremondi

Linz // dal 31 agosto al 6 settembre 2011
Ars Electronica 2011, Origin-How It All Begins
www.aec.at/news


CONDIVIDI
Franco Veremondi
Nato a Perugia, residente a Roma; da alcuni anni vive prevalentemente a Vienna. Ha studiato giurisprudenza, quindi filosofia con indirizzo estetico e ha poi conseguito un perfezionamento in Teoretica (filosofia del tempo) presso l’Università Roma Tre. È giornalista pubblicista dal 1994 occupandosi di arti visive, di architettura e di estetica dei nuovi media. Nell’ambito delle arti ha svolto periodicamente attività curatoriale e didattica. Collabora con quotidiani e riviste di area europea.