Ok, non chiudiamo per ferie. Artribune resta anche ad agosto, ma qualche oretta di respiro ce la volete concedere?

Informare stanca, per fare il verso alla celebre raccolta di poesie di Cesare Pavere. Stanca soprattutto se in poco più di quattro mesi si è messo su un network come quello di Artribune, che già ha guadagnato l’attenzione di frotte di lettori, e di tutti gli operatori di settore: sui numeri di abbiamo via via […]

Informare stanca, per fare il verso alla celebre raccolta di poesie di Cesare Pavere. Stanca soprattutto se in poco più di quattro mesi si è messo su un network come quello di Artribune, che già ha guadagnato l’attenzione di frotte di lettori, e di tutti gli operatori di settore: sui numeri di abbiamo via via aggiornati, un rush che non ha eguali nella storia dell’informazione culturale del paese, per il quale ringraziamo ancora una volta tutti voi.
Ormai ai ritmi forsennati ci siamo quindi abituati, per cui non ci fermeremo certo per una quisquilia come le ferie: restiamo in campo, Artribune ad agosto c’è. Peraltro siamo in piena lavorazione per un entusiasmante numero di Artribune Magazine, che accoglierà tutti giusto alla ripresa settembrina (anzi, non aspettate troppo a prenotare il vostro spazio pubblicitario!). Certo, un minimo rallentamento è quantomeno fisiologico, anche per la mancanza della nostra “materia prima”: che sono tutti gli attori dell’artworld – gallerie, musei, produttori di mostre – che comunque in questo periodo sono fermi, o latitanti.
Insomma, una visitina al sito fatela sempre: non mancheranno nuove recensioni, approfondimenti lanciati nello stagno per avviare qualche riflessione, e le news che oltre a raccontarvi quello che – poco o tanto – accade di nuovo, andranno a curiosare in giro per il mondo a caccia di notiziole bizzarre e divertenti. Comunque a ricordarvelo resterà anche la Lettera Artribune: neanche quella va in ferie, se non vi siete abbonati, fatelo subito!

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.