Nauman l’americano. Il video For Beginners lo compra François Pinault, ma ad esporlo sarà il LACMA di Los Angeles

Il video, del 2010, rappresenta le mani dell’artista che seguono delle istruzioni vocali, proiettato su due schermi, e fin dalla sua realizzazione è stato conteso tra vari musei. Ora For Beginners, installazione video dell’americano Bruce Nauman – Leone d’Oro alla Biennale di Venezia del 2009, fra i molti successi -, arriva nelle collezioni del Los Angeles County […]

Bruce Nauman - For Beginners

Il video, del 2010, rappresenta le mani dell’artista che seguono delle istruzioni vocali, proiettato su due schermi, e fin dalla sua realizzazione è stato conteso tra vari musei. Ora For Beginners, installazione video dell’americano Bruce NaumanLeone d’Oro alla Biennale di Venezia del 2009, fra i molti successi -, arriva nelle collezioni del Los Angeles County Museum of Art (LACMA), grazie all’aiuto finanziario del magnate François Pinault.
L’artista voleva che la propria opera venisse conservata in un museo americano, così Monsieur Pinault ha acconsentito che a detenerla fosse il LACMA, pur mantenendone la proprietà, e lasciando in permanenza un master disk al museo californiano. For Beginners andrà in mostra anche al Broad Contemporary Art Museum in Los Angeles, ed in seguito a Palazzo Grassi a Venezia.
Il Direttore del LACMA Michael Govan è entusiasta: Nauman ha lavorato a Los Angeles e in Californa negli anni ‘60 e ‘70, e proprio al museo è stata organizzata la prima retrospettiva dell’artista nel 1972. Non è noto il prezzo di vendita, ma l’acquisto è avvenuto fra le pareti di vetro pensate da Norman Foster per la galleria Sperone Westwater, a New York.

– Martina Gambillara

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.